Condividi questo post

nota del capogruppo del PD al consiglio comunale Giuseppe Vizzi
Peppe Vizzi
La mancanza cioè di una capacità di reazione nei confronti di fatti ed episodi di mal’amministrazione,così come di comportamenti privati inammissibili,che in altri paesi susciterebbero virulente reazioni.
Da noi invece la virtù prevalente è la pazienza.
I cittadini cattolicesi sono pazienti nei confronti di abusi,disservizi e inadempienze effettuate dall’amministrazione guidata dal sindaco Piro.
Il silenzio e la pazienza sono diventate due virtù caratteristiche della gente di Cattolica Eraclea;di quella fascia intermedia e larghissima di persone che subiscono senza reagire.
Se i cattolicesi “sopportano” questo stato di cose è segno che lo accettano o che non se ne accorgono.
Secondo me, si accorgono benissimo che il paese si è addormentato per una quantità di motivi:dalla perdita della cultura,dal degrado della vita civile,dalla mancanza di passioni,dalla carenza d’impegno.
E si accorgono pure del mercinomio,delle sopraffazioni,dei favoritismi,delle discriminazioni.
Allora mi chiedo:
Perché l’opinione pubblica è assente?
Hanno ricevuto vantaggi?
Sperano di riceverne?
O temono di non riceverne più.

GIUSEPPE VIZZI consigliere comunale del PD

3 Responses to "Vizzi (PD): ” Opinione pubblica assente nei confronti di abusi,disservizi e inadempienze della giunta Piro”"

  1. Disgustato  07/12/2009

    Parole inutili
    Io me ne sono andato
    Proprio per l’ipocrisia e la vergogna in cui versa uil paese
    sporcizia
    abbandono

    Cattolica presto o tardi diventerà un paese fantasma
    chissà chi lo comprerà a pochi stracciati soldi?
    La gente è stanca e se ne va, manca tutto propio tutto
    Rifletteteci

  2. GiusyB  27/08/2009

    Non si tratta di pazienza!!!! Ma di rassegnazione!!!!
    Secondo me, tutto questo è dato dal fatto che la gente è stanca di lamentarsi, stanca dei favoritismi, stanca di tutte le amministrazioni comunali che di anno in anno si avvicendano al potere e non fanno altro se non riempirsi le tasche di soldi destinati al bene cittadino (Mi riuferisco ad entrambe le fazioni politiche!).
    Allora non ha più senso lamentarsi, non ha più senso protestare se quello che si riceve in cambio è solo una bella risposta, una appagante lista di progetti, meravigliosi propositi per un futuro imminente che però non arriverà mai.
    La gente è disinteressata perchè vede che quelli che potrebbero fare qualcosa o non fanno nulla o sono bloccati da quelli a cui piace restare impantanati in questa storia, dove i soldi per le belle macchine ci sono e quelli per chi ha bisogno del pane per mangiare, invece no!!!!
    è inaccettabile e inamissibile che questo paese sta cadendo nel più grave degrado sopratutto ambientale e sociale e i politici non fanno altro che dibattere e parlare, parlare, parlare…. e basta… Perchè oltre le parole e oltre l’accusarsi vicendevolmente non sono in grado di rimboccarsi le maniche e fare veramente qualcosa!
    Quindi più che parlare di pazienza o rassegnazione è forse meglio dire che si è persa la speranza di vedere il nostro bel paesino vivo.

  3. cittadino  26/08/2009

    l’opinione pubblica cattolicese accetta tutto supinamente, persino la maleducazione degli stessi compaesani. Questo stato di coma vegetativo che da anni ormai affligge i giovani, ma anche i più grandicelli, non porterà a nulla di buono.
    L’alcol sembra essere l’unico interesse comune, così come lo sparlascio sottovoce e strsciante.

    Mi chiedo quali iniziative ha intrapreso l’amministrazione comunale per scuoterli? Quali alternative offre il paese se non quello di stare seduti ad un bar a consumare alcolici di ogni genere?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.