Condividi questo post

Durante l’omelia della messa di ieri domenica 3 ottobre, l’arciprete di Cattolica Eraclea, Don Nino Giarraputo, annuncia che tra non molto riprenderanno i lavori della chiesa Madre. “Questi lavori non serviranno – dice Don Nino – per come era stato prospettato, per il completamento del tetto e la ricostruzione della cupola, bensì per mettere in sicurezza la struttura demolendo il campanile.”
Di seguito il video con l’intervista a don NIno Giarraputo e l’intervento di alcuni cittadini


intervista a don NIno Giarraputo vicenda campanile
Caricato da cattolicaeracleaonline. – Scopri video di amici e famigliari.

  • CONAD
  • BAR MODERNO
  • baglio

26 Responses to "VIDEO/ Don Nino: “Vogliono demolire il campanile della chiesa Madre”"

  1. giuseppe lucia  21/02/2012

    BENE . HO FATTO UN IDEA LEGGENDO TANTI COMMENTI DA ESPRIMERSI DELL’ACCADUTO A CATTOLICA DEL DECROLLO DELLA CHIESA MATRE.
    SON PASSATI GIA’ TANTI ANNi .É ACORA SI ASPETTANO DELLE PROMESSE .
    DELLE FORZE POLITICHE,É DELLA AMMINISTRAZIONE COMUNALE. CHE NON HA GUADAGNATO LA INTERA FIDUCIA DEI CITTADINI .PROPPO FUMO É NIENTE ARROSTO.
    GIA’ SAPPIAMO CHI SONO I POLITICI SON TUTTI IGUALI. SONO DELUSO CHE STA’ SUCCEDENDO.VI AGURO IL MIGLIOR TEMPO AVVENIRE ..giuseppe lucia.

  2. Giuseppe Terrasi  21/11/2010

    La parola “termine” a Cattolica non esiste…. abbiamo visto la piscina comunale che fine ha fatto e tante altre strutture iniziate ma mai completate!!! e la Chiesa Madre è un’altra vittimina di queste menti amministrative presenti e passate!!!
    Mi auguro che qualcuno azioni il cervello,anzichè fare l’egogentrico…. ci vogliono i fatti e non le parole….
    NO ALLA DEMOLIZIONE!!!

  3. Lumia Gerlando  12/11/2010

    Anch’io sono d’accordissimo con Claudio Marzullo. Saluti da Gerlando Lumia

  4. Claudio Marzullo  14/10/2010

    Cari compaesani, non litighiamo tra le colpe…………… di chi sia la colpa o di quelli di centrodestra o di quelli di centrosinistra o della curia, a me non interessa. Voglio esere sintetico.
    Riuniamoci tutti insieme in un luogo comune e facciamo ricostruire la nostra tanto bella ed amata Chiesa Madre. C’è da salvaguardare un Luogo e bene comune a noi tutti, che è la Nostra Bellissima Chiesa Madre. Quindi uniamoci e ricostruiamola. Un abbarccio a tutti. Claudio Marzullo.

  5. Calogero Vaccaro  12/10/2010

    Caro Padre Don Nino, per prima cosa piacere di conoscerlo via facebook, avremo modo di conoscerci di presenza, anche se io già lo conosco per fama a Cattolica Eraclea, per sentito dire, perchè vivo in altro paese, a Barrafranca (EN), ma sono Cattolicese, sentendo cose veramente belle nei suoi confronti, molto attivo e presente in tutte le problematiche dei cattolicesi. Lei sta svegliando un paese intero e credo non solo il Paese di Cattolica ma tutti i Cattolicesi nel mondo. Per il suo attivismo e per il suo impegno tutti i Cattolicesi lo premieranno. Non rassagnamoci cari compaesani alla demolizione della chiesa madre.

    Complimenti Padre sopratutto per aver fatto questa intervista dove si vede già, pur essendo a Cattolica Er. da poco tempo, quanto ama questa cittidadina. Ai miei compaesani dico abbiamo tutti il coraggio di denunciare ogni falso progetto od ogni idea sbagliata, così come sta facendo l’arciprete.

    Cari cittadini di destra, di sinistra e di tutte le direzioni politiche ma di religione Cattolica, più o meno professanti, Mostriamo, noi che siamo nati e magari cresciuti in questa ciittadina, tanto amore quanto quello dimostrato da di Don Nino Giarraputo, nostro degno Arciprete con questa denuncia, dicendo chiaramente cosa si vuole fare della chiesa Madre di Cattolica Eraclea, togliamoci la maschera così come sto facendo io dichiarando le mie idee.

    Si vuoe fare forse un opera in eterna ricostruzione?

    Si vuole fare un cantiere sempre aperto in eterna messa in sicurezza?

    Allora forse siamo sulla buona strada.

    Prima cade la cupola, per incuria un po di tutti,…. poi si abbatte il campanile, che resiste da qualche secolo, perchè pericoloso, deciso da un Architetto seduto dietro una poltrona ed amante dell’ottocento,… poi magari mentre si demolisce la cupola si danneggia la facciata principale ecc… eterno cantiere, ….poi finoscono i fondi ……. e noi ancora dobbiamo mettere la prima Pietra.

    E’ possibile che questi amministratori o tecnici sanno solo demolire e mettere in sicurezza ?..

    DOBBIAMO RICOSTRUSTRIRE LE PARTE MANCANTI O CROLLATI DELLA CHIESA.

    Sono sicuro che a decidere la demolizione del campanile sia stato un Architetto che ama la storia ottocentesca ma non quella del novecento infatti vuole tornare alla facciata dell’ottocento. Io e tutti i cattolicesi quelli che viviamo iin questo secolo preferiamo la chiesa Madre così com’è, con il campanile e le sue campane.

    Sarà forse qualche Architetto della Soprintendenza seduto in una poltrona, quanto non è in missione, a decidere questa demolizione?

    Caro Arciprete io sono con lei e oltre a condividere il suo pensiero e quello del presidente della Pro-Loco Dott.Spoto vorrei, se lei è così gentile di accetarmi, gratuitamente, questa è la mia prima donazione, se ritiene utile, fargli da consulente tecnico in tutti gli incontri che lei avrà con tecnici progettisti e politici, per giustificare le sue ragioni, le mie e quelli di tutti i cattolicesi.

    Questo perchè sono stato sempre convinto che si può salvare la facciaca principale anche in presenza dell Campanile.

    Che si possono fare opere di risanamento prima del terreno di sedime e poi della fondazione sotto il muro che porta il campanile della chiesa.

    Caro padre Don Nino mi ritenga a sua disposizione per ognii inziativa.

    Personalmente non ho fiducia dei politici attuali a livello superiore tipo Consiglieri Provinciali, On. Regionali e Nazionali, mi fido invece molto di quelli locali perchè sono cattolicesi come me per cui Padre facciamo da subito un

    COMITATO CITTADINO PER LA RICOSTRUZIONE DELLA CHIESA, CI FARANNO PARTE IN QUESTO COMITATO ANCHE MOLTI CITTADINI CATTOLICESI NEL MONDO.

    ANCORA COMPLIMENTI PADRE DON NINO IL POPOLO CATTOLICESE E’ CON LEI.

  6. Nicola  07/10/2010

    Sono perfettamente d’accordo con Nino Augello, se non ci sono le condizioni per addivenire ad una ricostruzione decente in tempi decenti, di tutto complesso, appare inutile e dispendioso continuare a procedere a stralci e (forse) a lume di naso!

  7. nino augello  06/10/2010

    In agosto, in tempi non sospetti, prima che venisse fuori questo bailamme, considerato che la faccenda della ricostruzione della Chiesa Madre era quasi caduta nel dimenticatoio lanciai una provocazione, a cui io credo fermamante. Mi piacerebbe che chi cura questo sito lo riproponesse… ma comunque lo ripiglio volentieri: Di questo ne parlai con chi di competenza, ma il tutto rimase in aria.Con grande dispiacere scrissi: il sottoscrito in quella Chiesa si è formato, è cresciuto spiritualmente, cristianamente, umanamente, del periodo della giovinezza ne sono orgoglioso e me ne vanto, con me è cresciuta un’intera generazione che ha preso, po,i strade diverse, comunque con una certa formazione.i ricordi sono molteplici. Dissi che se ci fosse un unico intervento , un unico finanziamento avrebbe senso credere nella ricostruzione, ma se dobbiamo aspettare diversissimi stralci e quindi, forse interi decenni per perdere quello che si è fatto precedentemente, ha senso prendere in consideraizione l’ abbattimento della stessa conservando la facciata,e dello spazio farne una cavea per incontri e dibattiti. Andare a stralci è solo sperpero di danaro pubblico con l’arricchimento dei tecnici , delle ditte appaltanti, dei fornitori e di quant’altro. Non siamo ipocriti nel credere nella ricostruzione: apriamo un dibattito nel paese e vediamo cosaviene fuori. Penso che non sarò scomunicato. A voi………..Grazie. Nino Augello

  8. salvatore lauricella  06/10/2010

    😯 ….” senza pacca sulla spalla”………….. 😉 😉
    per tutto il resto fai bene

  9. Nicola  06/10/2010

    Gent.mo Salvatore, premetto che non avevo letto la nota del Sindaco, pubblicata successivamente alle mie considerazioni che peraltro muovevano da quanto esposto dal nostro Arciprete durante la messa di domenica e nella superiore intervista.
    Il senso della parte conclusiva del mio discorso, scritto in modesto italiano, tendeva a dire che se il campanile è pericolante, al posto del Sindaco, capo della Protezione Civile, non avrei perso tempo ad ordinarne la demolizione, al di la degli aspetti storico-emozionali esposti della gente.
    Pertanto la tua “pacca sulla spalla” al Sindaco, specie con il sottoscritto poi, appare quanto meno fuori luogo!
    Sulla tenuta strutturale del campanile e del suo terreno di sedime, alla luce di quanto esposto dal Sindaco nel suo comunicato, considerato che ci abito sotto, chiederò rassicurazioni agli uffici competenti.

  10. Giusy Bentivegna  05/10/2010

    Ti ringrazio Giuseppe, del tuo sostegno 😉 … ma io non intendo candidarmi perchè so benissimo che non sarei in grado di gestire il paese.
    Però chi si prende la briga di farlo, dovrebbe mantenere quello che propone durante la campagna elettorale!

    Sai, io ci credevo nella politica, ci credevo nei progetti di chi si “portava” .. però mi hanno delusa … hanno fallito e questo è evidente agli occhi di tutti … (chiesa a parte): ecco perchè la mia amarezza e la mia rabbia!!!

    E poi, io non do’ la colpa solo alle amministrazioni, però, ripeto, se tante cose vanno male, dipende anche da loro!

    Il cittadino, non può lamentarsi e non fare nulla, aspettare che siano gli altri a fare qualcosa! Questo è ovvio!
    Io, nel mio piccolo, cerco di mettermi in gioco, fare qualcosa per gli altri… ma per gestire un paese, ci vuole ben altro!
    Comunque, nel caso in cui, cambiassi idea e volessi candidarmi, so già che un voto ce l’ho! 😛

  11. salvatore lauricella  05/10/2010

    GIUSTO!……….PERCHE’ DEMOLIRE IL CAMPANILE? LASCIAMO CHE CI CADA IN TESTA DA SOLO……..!

    Caro Nicola……se il campanile è pericolante………e questo è da valutare , venga abbattuto o ” MESSO IN SICUREZZA “, anche perchè come BEN TU SAI…..gli starlci o le varianti in corso d’opera se ne fanno e se ne faranno………..

    Se il problema , e riporto le tue parole” E’ UN CEDIMENTO IN FONDAZIONE CHE HA DETERMINATO UN’IMPORTANTE LESIONE NELLA PARTE OVEST DELLA STRUTTURA, OSSIA, PER INTENDERCI, NEL LATO DELLA FACCIATA PRINCIPALE!” pechè non ABBATTERLA TUTTA e creare un’ampia piazza o un campo di calcio, anzi più campi……IMPORTANTE però che poi non si ci lamenti dei rumori dei bambini………………………………………
    Riporto sempre le tue parole scritte…
    “IN ULTIMO, SAPETE CHI E’ IL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE CIVILE IN QUESTO COMUNE? IL SIGNOR SINDACO.

    il Sindaco ha delucidato perfettamente la questione in oggetto ed aggiungo ancor di più , sono consapevole che abbia attivato tutti i canali per farsì che ciò non avvenga , ed ancor di più forse non l’hai letta abbastanza bene , RIPORTO uno stralcio del comunicato del Sindaco:
    Lo stralcio finanziato non prevede assolutamente l’abbattimento del campanile.”

    quindi mi chiedo da dove esce fuori l’abbattimento del Campanile?
    ..è possibile che Capo della Protezione Civile e Legale Rappresntante della Chiesa attuale, non ne sapevano niente?

  12. giuseppe  05/10/2010

    Gentile Giusi da quello che dici allora la colpa di tutto è sempre delle amministrazioni…. il cittadino non ha mai colpe… la verità è che siamo troppo bravi a parlare ma poi quando si tratta di fare qualcosa di concreto CI tiriamo tutti indietro. Sento spesso dire che le amministrazioni sono tutte le stesse, ma finora non ho visto nessuno di tutti quelli che parlano Candidarsi per il bene di cattolica…. tutti avanzano proposte, “si ci fussi iu…..” ma al momento di mettersi in prima fila si tirano indietro o vogliono la certezza di essere eletti perchè “vonnu esseri purtati” non avendo nemmeno il coraggio di mettersi in gioco. Sai sento parlare molta gente che va a Milano o nelle grandi città e si vanta che là è tutto perfetto…là fanno la raccolta differenziata…. là sono civili…ma quando ritornano a casa propria sono i primi a lamentarsi della raccolta, buttano i rifiuti in mezzo alle campagne e mugulano perchè tutto va male…sai che ti dico? visto che hai tante proposte e sai cosa è giusto e cosa e sbagliato anche su appalti e responsabilità varie Candidati avrai di certo il mio voto…Ps. sinceramente, ma è una mia modesta opinione, lo dovevano abbattere prima sto campanile che con la facciata originaria della chiesa non ci azzecca per niente.

  13. Nicola  05/10/2010

    GIUSTO!……….PERCHE’ DEMOLIRE IL CAMPANILE? LASCIAMO CHE CI CADA IN TESTA DA SOLO……..!
    NON TRASFORMIAMO QUESTO SPAZIO IN UNA BABILONIA DI INCOMPETENTI !!!
    SAPETE CHI E’ IL PADRONE DELLA CHIESA? LO STATO DEL VATICANO! E SAPETE CHI E’ IL “SINDACO”, O LEGALE RAPPRESENTANTE DI QUELLA CHIESA? IL NOSTRO AMATISSIMO ARCIPRETE!
    IL COMUNE DI CATTOLICA ERACLEA, IN QUESTO BENEDETTO LAVORO DI RESTAURO, NON C’ENTRA NULLA!
    SE NON CHE, NON AVENDO LA CURIA NEL SUO SENO UN UFFICIO TECNICO ADEGUATO AD ESERCITARE LA FUNZIONE DI STAZIONE APPALTANTE, OSSIA FARE LA GARA E GESTIRE L’ANDAMENTO DEI LAVORI, SI AVVALE DELL’UFFICIO TECNICO COMUNALE.
    SAPETE CHI HA NOMINATO I TECNICI PROGETTISTI DI QUESTO LAVORO E DEGLI ALTRI PASSATI? LA CURIA OVVERO IL SUO LEGALE RAPPRESENTANTE (L’ARCIPRETE PROTEMPORE)!
    SAPETE PERCHE’ IL CAMPANILE VA DEMOLITO? PERCHE’ RAPPRESENTA UN PERICOLO PER LA PRIVATA E PUBBLICA INCOLUMITA’, LA SUA STRUTTURA E’ GRAVEMENTE COMPROMESSA E GRAVA SU UN TERRENO DI SEDIME NON OMOGENEO IN CUI SONO PRESENTI DELLE CAVERNE.
    SE RICORDATE, LA CHIESA NON E’ STATA CHIUSA AL PUBBLICO PER LA CADUTA DELLA CUPOLA, BENSI’, PER UN CEDIMENTO IN FONDAZIONE CHE HA DETERMINATO UN’IMPORTANTE LESIONE NELLA PARTE OVEST DELLA STRUTTURA, OSSIA, PER INTENDERCI, NEL LATO DELLA FACCIATA PRINCIPALE!
    TALE CEDIMENTO, A MIO MODESTO PARERE, E’ STATO AGEVOLATO DALLA PRESENZA DEL PESANTISSIMO CAMPANILE, IL QUALE, PERALTRO, E’ UNA SUPERFETAZIONE, CIOE’ NON FA PARTE DELL’IMPIANTO ORIGINARIO DELLA CHIESA, ESSENDO STATO REALIZZATO SUCCESSIVAMENTE!
    MA AL DI LA DELLE VALUTAZIONI STORICHE OD EMOZIONALI CHE OGNUNO DI NOI POSSA AVERE, INTANTO E’ NECESSARIO TOGLIERE IL PERICOLO, SOPRATTUTTO PER TUTTE LE PERSONE CHE VI ABITANO O CHE TRANSITANO PRESSO LA CHIESA, POI RAGIONEREMO SULLA OPPORTUNITA’ DI UNA SUA EVENTUALE RICOSTRUZIONE!
    IN ULTIMO, SAPETE CHI E’ IL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE CIVILE IN QUESTO COMUNE? IL SIGNOR SINDACO! SE FOSSI AL POSTO SUO NON PERDEREI UN ATTIMO AD ORDINARE L’IMMEDIATA DEMOLIZIONE DI TUTTE LE PARTI DELLA CHIESA CHE DESTANO PERICOLO PER L’INCOLUMITA’ DELLE PERSONE!!!!!
    Ps: rispetto tutte le opinioni contrarie ma non voglio minimamente entrare in polemica con alcuno!

  14. Gerlando Alfano  05/10/2010

    Sappiamo benissimo che la cosa più giusta era semplicemente smontare tutta la facciata e conservarla tutta, per poi rimontarla davanti a una chiesa costruita interamente nuova. In sostanza la chiesa madre va assolutamente buttata giù e ricostruita nuova dalle fondamenta magari più piccola in quanto non c’è assolutamente l’esigenza di una chiesa cosi grande vista l’esigua consistenza degli abitanti di Cattolica. Ma si ci doveva pensare prima..non ora ..dopo che con tutti i soldi già spesi saremmo già a buon punto della costruzione. Mi dispiace dire questo perchè io mi ci sono sposato in quella chiesa e ho ricordi bellissimi,ma sono una persona molto pratica e realista. Si sapeva sin dal primo istante che la chiesa è destinata a rimanere semplicemente fonte di arricchimento di alcuni e rimanere un rudere per l’eternità.

  15. Giusy Bentivegna  05/10/2010

    Caro Giuseppe,
    mi dispiace contraddirti, ma le amministrazioni c’entrano! Eccome!!!
    Hanno fatto arrivare i finanziamenti, e questo è a loro favore, ma dato che non si trattava di spiccioli, dovevano fare attenzione a come venivano gestiti.
    Purtroppo sono loro ad aver preso impegni per amministrare il paese, mettendosi in prima fila! Noi ci siamo fidati! Non possono permettersi di far accadere queste cose!!!!
    Anche il sindaco aveva promesso che avrebbe fatto di tutto perchè la Chiesa Madre fosse riaperta e invece non è successo! Penso che per dire queste parole, lui aveva i mezzi per poterlo fare!
    Per quanto riguarda le sagre e i festeggiamenti per il 400 anniversario di Cattolica .. è vero: è stato molto bello vedere la piazza piena di gente… ma è anche vero che prima di questo vengono altre cose!
    A che serve organizzare spettacoli & co.. se l’entrata del paese sembra una discarica? Colpa dei cittadini incivili o colpa delle amministrazioni o colpa di chi ha il compito di pulire????
    Non si sa! Fatto sta che le strade sono pessime, la sporcizia è ovunque, ora abbiamo anche come concittadini i topi! Ditemi se tutto questo viene prima o dopo delle sagre e degli spettacoli!!!!

  16. giovanni  05/10/2010

    MANDATE QUESTO VIDEO ALLA DIA, COSI VEDIAMO SE LE AMMINISTRAZIONI C’ENTRANO O NO CON I SOLDI PER LA SICUREZZA E I LAVORI DATI AGLI AMICI DEGLI AMICI. ORA BASTA ABUSARE, IL PAPA A PALERMO A DETTO ” Combattere la mafia con la fede e l’umiltà verso Dio” MA SEMBRA CHE QUESTA UMILTA’ NON CI AIUTI MOLTO A COMBATTERE I COMPARI DEGLI AMICI. CHE FACCIAMO ABBIAMO LIBERATO CATTOLICA O CI SONO ANCORA????? SVEGLIATI CATTOLICA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  17. giuseppe  04/10/2010

    Non riesco a capire perchè la colpa è dell’amministrazione o delle precedenti amministrazioni….credo anzi che questo caso sia l’una delle note positive in un periodo gravato da una pesante crisi. Gli amministratori hanno avuto il merito di sollecitare, tramite il primo cittadino, l’invio di finanziamenti da parte della regione. I fondi sono arrivati . L ‘ente Chiesa” o chi per essa ha deciso di dare l’appalto ad un privato con a capo un direttore dei lavori che ha gestito il progetto di restauro e i lavori. Se il comune NON risulta come stazione appaltante di questi lavori da parte della chiesa cosa c’entrano le amministrazioni? per quanto riguarda poi le feste del 400 anniversario, che ben vengano!!!! magari ve ne fossero ogni anno!!!! le varie attività del paese hanno lavorato e guadagnato, la piazza era sempre piena zeppa di gente come non si vedeva da tempo… magari qualche assessorato ci finanziasse qualche sagra per il periodo autunnale!!!! e quando un assessorato finanzia le sagre si possono fare solo quelle!!! esempio non si possono prendere i soldi per il pesce e fare altre cose!!!!!

  18. Giusy Bentivegna  04/10/2010

    Infatti!
    Il problema non è solo di questa amministrazione comunale ma anche delle precedenti che hanno creato le basi perchè tutto questo accadesse! Anche io sono amareggiata, delusa per tutto quello che sta succedendo!
    Ci dicono che i soldi sono arrivati, devono ricostruire la chiesa, riaprirla al pubblico ….
    E invece nulla di questo è vero! I soldi non ci sono più, la chiesa non sarà riaperta ne oggi, ne domani! Anzi abbatteranno ANCHE il campanile!
    Insomma, la storia è sempre la stessa, quella che si ripete da sempre, ma adesso penso proprio che tutti noi ci siamo stancati di sentir parlare questa gente falsa, poco seria (per non dire altro … ).
    E’ arrivato il momento che tutti coloro che non sono più in grado di gestire questa situazione si facciano da parte: AVETE GIA’ FATTO TROPPI DANNI!!!!! VERGOGNATEVI!!!!

    Vergognatevi ancora di più perchè non avrete nemmeno il coraggio di dare spiegazioni!

    Perchè non salite di nuovo sul palco, dato che vi piace tanto mettervi in mostra? vi vogliamo sentire!

    Vogliamo proprio vedere quello che avete da dire!

    Ma so già che tutto tacerà da parte vostra perchè non avete … diciamo “il coraggio” di guardarci in faccia, di darci delle spiegazioni! Perchè è semplice non siete UOMINI !!!!

  19. maria ciliberto  04/10/2010

    apprendo con molto rammarico che si deve abbattere il campanile della chiesa madre perchè ? mi complimento di tutte leamministrazioni e gli organi competenti ad iniziare della Soprintendenza e finire l’ngegnere che si e prodigato dall’ontano 11/12/2003 per poter finire quanto prima la nostra cattedr<ale quante bugie e quanti soldi sfumati al vento per poi leggere che si deve abbattere il campanile pericolante ma mi chiedo e vi chiedo come mai non vi siete accorti dalla pericolosita dell'istruttura
    mi chiedo che esembio ci date a noi giovani .dopo aver assisto allo spreco di tanti soldi per i festeggiamenti del 400 anno della nascita del paese .quanto si frantumano un pezzo della nostra storia sono molto molto amareggiata ci dovessimo vergognare tutti moto di più le varie amministrazioni che si sono succedute da quel triste 11/ 12/2003 verrrgogna ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ ❓ 🙁

  20. irene  04/10/2010

    La politica può e deve cercare i soldi per le ricostruzioni delle chiese e una volta trovati la curia e i parroci possono gestirli indirettamente per affidare i lavori a chi dicono loro. E allora mi chiedo, la vigilanza sui lavori a chi spetta?

  21. salvatore lauricella  04/10/2010

    se non oso tanto ………………………
    chiedo solo delle spiegazioni agli ingegneri o tali presunti, o solo firmatari di progetto…………………..della mancata realizzazione di quanto esposto nella facciata della chiesa come si evince dal video……………ed
    a quel tal ” ARCIprete ” predecessore , se ne era a corrente dell’abbattimento .
    ed ancor di più come mai da un solo ingegnere , adesso c’è ne sono 04 ( quattro )………………………mi risponda

  22. Lino Zambito  04/10/2010

    Ho letto gli interventi precedenti…..ragazzi sappiamo benissimo come ci si guadagna i voti a Cattolica: c’è sempre stato il porta a porta e la conta dei parenti, le promesse di qualche sussidio o qualche incarico. E’ inutile credere a tutto quello che viene detto e proclamato dal pulpito di un palco sotto periodo elettorale. Credo che il sindaco abbia fatto il possibile per ricostruire la chiesa madre, i finanziamenti infatti sono arrivati; per sapere dove siano finiti i soldi dovremmo anche chiederlo all’opposizione che dovrebbe “vigilare” sull’operato dell’amministrazione.
    E’ anche plausibile che la struttura sia pericolante per l’incolumità delle persone che abitano nelle adiacenze della Chiesa madre ma anzichè demolire perchè non salvaguardare questo Simbolo della comunità.
    Con tutto quello che succede in Italia in questo periodo, carenza di fondi pubblici, disoccupazione, malasanità sembra che tutto vada a rotoli, la demolizione di un campanile potrebbe anche passare inosservata. Cosa volete che sia!! C’è da fare un ponte sullo stretto di Messina!!!!!!!!!! Peccato che quel campanile rappresenti per Cattolica Eraclea qualcosa in più di un’opera d’arte da salvaguardare, sentire le campane della Matrice suonare era uno spettacolo, manca da troppo tempo quel suono e più passa il tempo più siamo portati a dimenticare. Ricordo ancora quando anche il Tg 5 comunicò il crollo della cupola…….e pensare che ci sono ancora persone sfrattate dalla loro casa per inagibiltà, costrette a pagarsi l’affitto non potendo rientrare a casa propria; questo nell’assoluta indifferenza dell’amministrazione che aveva promesso di farsi carico del canone di affitto……
    Cari amministratori, la comunità vi chiama a dare delle spiegazioni adesso.
    Perchè demolire la cupola?
    Perchè questi ritardi nella ricostruzione?
    La demolizione della cupola è conseguente al ritardo della messa in sicurezza?
    E’ ancora possibile risparmiare la comunità di un simile scempio?
    Anche se in Italia abbiamo dei maestri del silenzio nel dare delle risposte a delle domande, Voi abbiate l’onestà di parlare al paese e dire come stanno le cose.
    D’altronde sono le stesse persone a cui 3 anni fa dando una pacca sulla spalla avete chiesto di eleggervi per fare progredire il paese.
    Se non avete risposte da dare al paese, fate un gesto più semplice: dimettetevi.

  23. Salvatore Amato  04/10/2010

    allora mi chiedo:
    perchè vengono spesi milioni di euro per la venuta del papa a Palermo quando con gli stessi soldi si potrebbero fronteggiare situazioni più gravi?
    risposta:
    questo è solo l’ennesima puntata di una fiction senza fine che vede come attori protagonisti i nostri politici impegnati solo a pensare al fatto proprio scordandosi dell’interesse comune!

    A questo punto credo che per cattolica sia opportuna un cambiamento radicale è necessario rivoluzionare gli schemi e le politiche di gestione del “potere” che si sono venuti a creare durante questi anni….

    GRAZIE cari politici come al solito avete FALLITO!!!!!!

    PS sarebbe bella a cattolica una manifestazione di cittadini liberi contro l’abbattimento del campanile e contro questa politica degli sprechi che si è venuta a creare!!!!!!

  24. Giuseppe Amato  04/10/2010

    Politica fallita e marcia, queste parole di Don Nino hanno un significato più che azzeccato! Tanto per capirci un pò: arriva un finanziamento di circa 1700000,00 euro per sistemare la cupola, richiudere il tecco ecc., invece, a conti fatti, tetto non se ne ripara, cupola non si ricostruisce e per di più devono abbattere il campanile!!!

    Allora cari i miei politici spiegate dove sono andati a finire tutti questi soldi, in quale tasche? Date una risposta, so che di solito non commentate mai, non date mai spiegazioni, ma fate uno sforzo, scrivete qualcosa, oppure avete paura perchè l’unica cosa che potete scrivere è quella di dire che avete fallito!!!

    Vi ricordo che con questa chiesa avete fatto politica, tenti comizii in piazza, Sindaco tu per primo l’hai tirata in ballo troppe volte, in chiesa, in piazza ecc., e se per caso non ve lo ricordate possiamo riproporre i video, il materiale non ci manca!

    Purtroppo le mie parole non vi sfioreranno minamente, ma fra due anni sarò io ha dare una bella risposta a voi, proprio voi che in periodo di elezioni avete suonato il campanello di casa mia con la coda fra le gambe per chiedere dei voti, venite nuovamente, vi aspetto, anzi, non vedo l’ora!!!

    Come ha detto Don Nino domenica mattina in chiesa ricordatevi che prima o poi vi troverete dinanzi a al nostro Signore Gesù Cristo, che ci crediate o no, vi assicuro che sarà molto dura, troppe spiegazioni da dare, a noi ci prendete per il culo facilmente ma li……

    Cmq credo che anche il comitato cittadino dovrebbe muoversi, promuovere qualche iniziativa tipo manifestazioni ecc., vi ricordo che questo paese non solo il problema della tarsu!!! Fate qualcosa, sono sicuro che i cittadini parteciperanno volentieri

  25. VITO DI CAPO  04/10/2010

    GRAZIE POLITICA CATTOLICESE PER TUTTO IL BENE CHE FATE IN QUESTO PAESE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! IL CAMPANILE DELLA CHIESA MADRE E IL RICORDO BDI TUTTI I NOSTRI CONCITTADINI E LA BELLEZZA DI CATTOLICA DISTRUGGENDOLO NON FATE ALTRO CHE ROVINARE IL PROSPETTO DI CATTOLICA DOPO 8 MILIONI DI EURO SPESI INUTILMENTE SI VIENE A SAPERE CHE PER LA CHIESA NON CE PIU’ NIENTE DA FARE VERGOGNATEVIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁 🙁

Leave a Reply

Your email address will not be published.