UN CORDIALE SALUTO
Condividi questo post

 

 

Piacevoli impegni familiari, e motivi di opportunità, mi hanno convinto ad interrompere la collaborazione col nostro sito ed a chiudere, spero provvisoriamente,la rubrica “Ed io …..parlo “.

Non v’è, in questa mia decisione, nessuna velata nota polemica, non ve ne sarebbe motivo, anzi, colgo l’occasione per ringraziare Domenico, la redazione, e tutti quelli che abbiano avuto la bontà di leggermi e, spero, di apprezzare quanto scritto o pubblicato in questi tre anni: Io non sono un sociologo,e le mie affermazioni sono state e saranno sempre delle semplici considerazioni personali.
Vivendo ad Agrigento, sento sempre affermare che invece di essere l’ultima Provincia d’Italia, la nostra dovrebbe essere la prima per l’inestimabile bellezza dei suoi Templi,del suo mare con le sue spiagge, per il suo clima e per il suo sole, e per avere “partorito” eccelse menti quali Pirandello, Sciascia, Camilleri e tante altre.
Discorsi simili, li vediamo fare ogni giorno a qualunque cittadino o politico che parli del Bel Paese, e ad ogni siciliano che si commuove pure quando accenni di essere figlio dell’Isola d’oro.
E, facciamo così, anche noi Cattolicensi: Abbiamo un mare splendido protetto da spiagge bellissime e da una pineta che, malgrado sia quasi sempre abbandonata e snobbata, tutti ci invidiano, un magnifico teatro antico che sembra proteggere, ammirare ed ammonire il mare Africano che gli scorre davanti, un bel centro storico che circonda eleganti piazze, campagne armoniose e fertili, che ci manca allora? Per essere uno dei fiori all’occhiello dell’intera provincia?
Vuoi vedere che nel nostro DNA si annida il “vizietto” di essere piagnoni? O forse un po ipocriti? O forse incapaci a gestirci e di far tesoro di tutte le cose belle che possediamo? Non sarebbe l’ora  di trovare un accordo? ( Italiani, Siciliani, Agrigentini, Cattolicensi ), di riparare le falle e di rimettere in mare una nave con grandi vele di tanti colori capaci di spingerla in acque fresche e sicure?
Slogan del tipo “avete affamato il paese”,sembrano puerili e qualunquisti, specialmente se gridati da chi la fame non la soffre; Affermazioni del tipo ” tutti, una volta arrivati al potere diventano ladri affaristi e di parte” o ” tartassano sempre i più deboli non potendo arrivare ai più forti” non portano a nulla: Pontificare è sin troppo facile, è sporcarsi le mani per “dare una mano” che spesso diventa difficile:
E poi, i pregiudizi a prescindere nei confronti di chi voglia dare un consiglio o un parere non portano a niente: Bisogna ascoltare tutti, parlare con tutti e poi, sempre nell’interesse di tutti trarre le conclusioni ed operare.:
Lo spirito di collaborazione non ha causato mai guasti, anzi di solito li evita.:Tra qualche mese, i Cattolicensi sceglieranno i nuovi amministratori del Comune,gli auguriamo di scegliere i più capaci di seguire le “tracce dei suoi uomini migliori”, di ascoltare tutte le campane per potere finalmente fare ascoltare ai cittadini una musica più armoniosa e meno dissona di quelle precedenti: Grazie, e un cordiale saluto a tutti.

SOSTENITORI

  • 2G
  • bellevue
  • cento passi
  • gambino
  • al casale
  • BAR MODERNO
  • sajeva
  • terra nostra
  • CONAD
  • piro
  • floreal
  • baglio
  • MAGAZZU
  • argento
  • pennino
  • BAGLIU
  • servii postali

Leave a Reply

Your email address will not be published.