TALENTI. Ecco il nuovo tormentone estivo: “Via I Febbraio” di Francesco e Simon Di Dio
Condividi questo post

Un vero e proprio tormentone musicale quello prodotto da Francesco Di Dio che ha come tema principale il venditore ambulante. Il brano vede la partecipazione di Simon Di Dio cugino di Francesco, entrambi discendenti della famiglia più musicale del nostro paese, e non solo. La traccia, che farà parte del progetto musicale di Simon Di Dio previsto per il 2020, parla di questa “Via I Febbraio”, che altro non è – ci racconta Francesco Di Dio – che una via di Montallegro (di fronte la casa dove vivono i miei genitori); fino a quando vivevo a Montallegro, la mia stanzetta si “affacciava”, appunto, su Via I Febbraio in un punto che è un vero crocevia di venditori ambulanti che passano a ripetizione e che si fermano. Ovviamente, ciò mi impediva di dormire, soprattutto, in estate. Per cui, un giorno, ho pensato ad una soluzione “carina e pacifica” per risolvere il problema e mi è venuta questa (irrealizzabile, quanto bizzarra) idea: “se compro tutta la merce di ogni singolo commerciante, loro, almeno per un po’, non dovrebbero passare sotto casa mia, lasciandomi, così facendo, riposare”… Quindi, ho preso la chitarra e, ironizzando (in termini positivi, ovviamente) sul tema, ho scritto questo brano. Mio cugino (Simon Di Dio), che sta ancora lavorando ad un progetto che lo porterà a pubblicare un suo album nel 2020 (dove i temi trattati hanno la Sicilia come fattore comune), ha ascoltato il pezzo e se n’è innamorato al punto tale da coinvolgermi nel suo progetto. Per tale ragione – continua Francesco – la versione pubblicata pochi giorni fa, è stata incisa con le nostre voci. Una precisazione: ho registrato anche la fisarmonica che si può ascoltare e sono ancora più contento del fatto che si tratti della fisarmonica di mio nonno Pino Di Dio (ovvero, una Paolo Soprani del ’69)”

TESTO:

TESTO:
CHIDDRU CHI VI CUNTU, SAPITI, È NNÀ STORIA VERA
CHI PARLA DI UN TEATRINU PROPRIU SUTTA CASA MIA
VI NARRU DI L’APPRODU DI STI TANTI EROI
PRIMU FEBBRAIU. CHISTA È LA VIA!

CHIDDRU CA MI SARBA È LA DUMINICA MATINA
PICCHÌ L’AMBULANTI NUN SI SENTINU
PURU IDDRI HANN’AVIRI UN POCU DI RIPOSU
MA CCHIOSSÀ L’ARICCHI MÈ CÀ ORMÀ ‘UN NNÌ PONNU CCHIÙ

LU PISCIARU È SEMPRI LU PRIMU À CUMINCIARI
MA CHI BEDDRA MERCI C’ENI ‘U LUNEDÌ
PICCHÌ D’AMMATINA ANCORA C’È TECCHIA DI FRISCU
MA ST’ATTENTU S’UN T’ALLESTI IDDRU SINNI JÌ

GAMMARI … QUANTU NNÌ PIGLIAVU
GAMMARI … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

CH’È BEDDRA L’ESTATI QUANNU MINNI VAIU À MARI
CERTI VOTI M’ARRIZZOLU PICCHÌ SU AMMUCCIATI
PENZU CÀ LA CURPA ENI DI LU MULUNARU
CA VANNÌA OGNI MATINA VI LI DUGNU ARRIGALATI

MULUNA … QUANTA SCORCIA JITTATA
MULUNA … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

SI SENTI PARLARI D’ALIMENTI DI STAGIONI
S’ENI SENZA DISERBANTI LINGHIMINNI UN CATU
SULU ROBBA NATURALI PÌ LA TÒ ‘NZALATA
PICCHÌ CÙ LA QUALITÀ IDDRU PROPRIU C’È FISSATU

VIRDURA … QUANTU ‘NNÌ LAVAVU
VIRDURA … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

PÒ VERSU LI DECI TALÌA DDRÀ CÙ S’ARRICOGLI
SUNNU ACCUSSÌ BIANCHI, BEDDRI E PROFUMATI
ANCHI SI PARI CÀ OGNI VOTA TUTTI S’HANN’ A MARITARI
MI DISPIACI HAIU ‘U CORREDU ARRIGALATU DI MÈ FRATI

LINZOLA … QUANTU ‘NNÌ STINNIVU
LINZOLA … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

SI SAPI D’ESTATI CA SI CERCA SEMPRI ‘U FRISCU
NUN TI PREOCCUPARI À ‘NNATRU TECCHIA GIÀ TI SENTI MEGLIU
CÙ STÀ MUSICHETTA CA TI TRASI ‘NNÀ LA TESTA
CA MI PARI UN POCU STRANU MA È DIVERSU LÙ RISVEGLIU

GELATI … QUANTU ARRICRIATI
GELATI … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

A STÙ PUNTU S’AVVICINA L’URA DI MANGIARI
GIÀ LI ‘ROBBI SÙ STINNUTI BONI ‘NNÀ LI CORDI (SIGNU’)
“NUN SI PREOCCUPASSI CI Ì CUGLIUVU PROPRIU ÀIERI
SI PIGLIASSI ‘NNÀ CARTEDDRA, CI LA DUGNU A QUATTRU SORDI”

OVA FRISCHI … QUANTU ‘NNÌ FRIIVU
OVA FRISCHI … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

A MAZZIO’ M’AFFACCIU E L’ASPETTU ‘NNA’ LU BARCUNI
SI’, LU POZZU DIRI CA È LU PREFERITU
ANCHI SI ANCORA UNN’HAIU CAPUTU ‘ZZOCCU AVI DI PRECISU
PARI UN CIRCU CHI CAMINA MA È SIMPATICU E PULITU

PADELLI/BORDELLI … QUANTU COSI AVI
PADELLI/BORDELLI … ORA ‘UN NN’AVI CCHIÙ!

E DOPU C’ACCATTAVU TUTTI COSI POZZU DIRI

GAMMARI, MULUNA, VIRDURA, LINZOLA, GELATI, OVA FRISCHI, PADELLI/BORDELLI L’HAIU TUTTI IU!
GAMMARI, MULUNA, VIRDURA, LINZOLA, GELATI, OVA FRISCHI, PADELLI/BORDELLI ORA ‘UN CI ‘NN’È CCHIÙ!

AHHHH … RELAX!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.