“SCENDE LA SERA”: poesia di Baldo Gurreri
Condividi questo post

SCENDE LA SERA
Scende la sera nel mio paese
tra la luce fioca delle lampadine,
col cuore gonfio di malinconia,
non so perché, non so per cosa,
a passo lento, torno verso casa .
A capo chino guardo la strada.
ecco la mia vita:
com’è , come è passata:
ripide e interminabili salite,
poi dolci e rapsodici declivi.
E poi distese, una grande radura.
Può sembrare monotona la vita
Per me è fortuna finchè perdura…
La gioia non è nelle grandi imprese.
Devi scoprirla nelle piccole cose!
Bagur

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.