REFERENDUM SPACCAITALIA
Condividi questo post

 

Un referendum popolare, quando è ben preparato, bene presentato ai cittadini con quesiti chiari  e mai ingannevoli, dovrebbe essere il massimo dell’espressione democratica di un Paese: Ma in occasione di quello che porterà alle urne gli Italiani il 4 Dicembre, non possiamo dire che si tratti proprio di questo. Nonostante i tanti problemi economici e morali dell’Italia, si è voluto forzare la mano avventurandoci in una disputa che vede persino avversari elettori di una stessa famiglia.

Si è voluto personalizzare il voto, per poi amaramente pentirsene e scioccamente fare un’ inutile marcia indietro, si è voluto caricare di veleni, di antipatie, di interessi occulti, di protagonismi infantili e da qualcuno persino di odio personale, un voto che, comunque vada a finire, non vedrà risolto nemmeno uno dei problemi che ci attanagliano.E dispiace, vedere o leggere sui giornali e sul web frasi, epiteti e considerazioni volgari ed offensivi di amici nei confronti di altri amici, di appartenenti agli stessi schieramenti, tra militanti dello stesso partito: Sarebbe questa la democrazia? Sarà questa battaglia campale a rendere “sereno” il nostro Paese? Io invece, mi auguro che a nessuno dopo il 4 Dicembre, venga più in mente di avventurarsi in simili operazioni dannose per un Paese fragile come il nostro, e che tanti, ritenendo di avere esagerato con le offese e con le volgarità, chiedano scusa e tornino a riconciliarsi con gli amici e con le persone perbene, che comunque vada a finire: sempre tali rimarranno !

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.