Condividi questo post

Cari sindaci è tempo di De.Co.! Paolo Massobrio sulle pagine della Stampa (rubrica Dolce & Salato, sezione Nord Ovest) prende spunto dalla recente denominazione comunale sui canestrelli del comune di Francavilla Bisio (Al), per rilanciare questa battaglia. “Quando si sente parlare di denominazioni comunali – scrive Paolo Massobrio – i termini “tutela”, “marchio” rendono fuorviante lo spirito di un’iniziativa che non può essere la via breve per semplificare altre denominazioni (Dop e Igp ad esempio). La De.Co. è come la carta d’identità, rilasciata dal sindaco, che in quel modo avvia un processo di marketing territoriale, rispetto al quale altri soggetti (un’associazione di produttori, un consorzio), un giorno potranno vergare un marchio di tutela. Ma non è il Comune che ha questo compito”.

La Notizia del Giorno, clubpapillon.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.