Condividi questo post

Scrive Carmela Ragusa sul premio “Cattolica nel Cuore”

Sabato 28/112011 si terra’ una grande festa in onore del nostro paese, perche’ “Cattolica l’hanno tutti nel cuore”. Verranno “Personaggi” da tutte le parti: anche dal Canada: Si faranno grandi discorsi, si offriranno fiori e laute …cene. Si faranno rivivere i baroni, i conti e i poveri diavoli. Ci faranno ricordare come, ai tempi del feudo, c’era grande ricchezza e grande miseria: proprio come oggi, perche’ il feudo, purtroppo, non e’ mai scomparso ma e’ semplicemente passato dalla campagna ai vari palazzi comunali, provinciali , regionali ecc. E non diranno che allora ” i poveri diavoli” son dovuti scappare oltre oceano in cerca di un tozzo di pane : no, questo no, non lo diranno . Ci faranno vedere i vestiti, i gioielli di quei pochi ricchi di allora, ma i ” pantaloni strappati” dei “poveri diavoli”,quelli no, non li faranno v edere. E soprattutto non ci diranno che i “poveri diavoli” son dovuti scappare per colpa di ” quel feudo” che divorava tutto, per il prezzo di quei vestiti e di quei gioielli……, quello no, non lo diranno: Non parleranno del ” Ius primae noctis”, no quello no, non lo diranno( probabilmente non sanno cosa sia). Non diranno mai che la miseria derivava dal feudo: no, non lo diranno. Non diranno che allora le tasse le pagavano sempre i “poveri diavoli”……………….(non dimentichiamo la tassa sul macinato che fece rabbrividire e il famoso ministro Quintino Sella” il sacchinaro” corrispondente al Tremonti odierno) E non diranno nemmeno che ancora oggi le tasse le paghiamo “i poveri fessi” ( oggi fa rabbrividire la tassa sulla mondezza). Sia ai ” baroni ” di ieri che ai ” baroni ” di oggi non frega niente dei “poveri diavoli”. Ieri , come oggi, chi paga? ” Paga sempri Cappiddrazzu”

  • CONAD
  • BAR MODERNO
  • baglio

20 Responses to "“Paga sempri Cappiddrazzu”"

  1. lorenzo gurreri  03/06/2011

    Condivido l’impegno sociale di “Cattolica Vola” a proposito del problema che in questo momento più ci tormenta, ma non possiamo vedere le cose solo in funzione della lotta che si fa alla Sogeir o all’Amministrazione comunale e mettere in cattiva luce chi affronta altri problemi, la nostra storia e le PERSONALITA’ (che sono il fiore all’occhiello del nostro paese e portano alto il nome di CATTOLICA). Magari ne avessimo mille di questi concittadini illustri che vengono dal Canada! Consiglio i lettori di questa rubrica e coloro che sono intervenuti di andare sul sito di Calogero Giuffrida per leggere l’articolo sulla manifestazione “Cattolica nel cuore” e in quello dell’Associazione musicale Scarlatti per avere una un’idea più chiara di quello che hanno fatto le Associazioni Culturali Valle del Platani e Aromi di Sicilia e che continueranno a fare, cercando di dare un contributo allo sviluppo del Turismo Culturale della Nostra Zona. All’amico Giovanni, che conosce bene il contenuto diffamatorio del manifesto “Paga tuttu Cappiddrazzu”, scritto dal Comitato “Cattolica Vola”, ricordo solo che non siamo stati noi a scagliare la prima pietra e che per le nostre iniziative ci aspettavamo dal predetto Comitato, che come noi vuole il bene di Cattolica, aiuto e incoraggiamento e non critiche ingiustificate. Non sempre il fine giustifica i mezzi! Speriamo che per l’avvenire non abbiano più a succedere episodi di questo genere, perchè le polemiche sicuramente non fanno volare alto il nome del nostro Paese. Alla CEO raccomando ancora una volta di oscurare gli interventi o le rubbriche, che fanno solo male a tutta la cittadinanza. Con questo messaggio penso di aver detto tutto quello che c’era da dire.

  2. Giovanni ZAMBITO  03/06/2011

    Lettera al Direttore C.E.O.
    Carissimo, nel leggere le note relative all’articolo “Paga sempri cappiddrazzu” , non si può fare a meno di evincere che la diatriba in atto non è altro che il malessere ed il malcontento che serpeggiano ed accompagnano la vita sociale di questa nostra comunità. Tutti abbiamo ragione e tutti abbiamo torto, ……………. non tutti però abbiamo “Cattolica nel cuore”.
    Non si può amare Cattolica solo in particolari situazioni o circostanze, quando ci fa comodo o ci conviene. ………
    Cattolica deve essere sempre amata, sopratutto nei momenti di bisogno o di necessità. Secondo me chi rispecchia questo sentimento attualmente è solo quel Comitato Cittadino, che grazie ad oltre 1200 firme di consenso, è riuscito a far volare non una colomba ma un’aquila. …… Un no comment per la frase: “Cattolica vola”, che avrebbe dovuto essere una colomba bianca, vola così basso, così terra terra, da sporcarsi il petto di nero, tanto da sembrare un avvoltoio o un serpente a sonagli che, pur di raggiungere i propri scopi, sparge veleno dappertutto.” … Sono convinto che l’autore di queste due righe non volesse dire quello che ha scritto. ……. Egregio Direttore la ringrazio anticipatamente per la Sua sempre cordiale disponibilità.
    Giovanni Zambito a nome dei componenti Il Comitato Cittadino “Cattolica Vola”

  3. nino miceli  01/06/2011

    Assolutamente nulla di polemico; nel periodo in cui sono stato Assessore sicuramente sono stati organizzati molti eventi, naturalmente se ci sono stati degli sponsors non posso ricordarmeli tutti; considerato il mio “rapporto” politico e personale con la Sogeir di una cosa sono sicuro : non è mai stata tra questi. Avrei provato lo stesso ” fastidio” che ho provato in questa occasione. Sono convinto della vostra buona fede, a volte si fanno degli ” errori” in maniera inconsapevole, poi magari riflettendoci un attimo ci accorgiamo che quell’errore si poteva benissimo evitare ( è successo e mi succede ancora oggi). Un cordiale abbraccio.

  4. carmela ragusa  01/06/2011

    Caro Lorenzo
    mi hai posto delle domade e mi e’ sembrato di trovarmi in tribunale (scherzo….) al posto dellla Sogeir.
    Non ho nulla in contrario a risponderti e a chiarire la questione, pero’, come tu stesso affermi , questo mezzo di comunicazion e non mi sembra molto idoneo ai chiarimenti, per cui ci possiamo incontrare dove e quando vuoi anche con i tuoi colleghi , magari qui da me e con l’occasione ci possiamo bere sopra un bel caffe'(offerto da me e non dalla Sogeir che e’ la responsabile di tutto).Comunque non e’ successo niente a parte lo scambio di idee un po’ accceso

  5. lorenzo gurreri  01/06/2011

    Caro Nino, ti faccio i miei complimenti per aver tentato di spegnere il fuoco della polemica, tuttavia non sono daccordo sui toni da te usati. Ti vorrei garbatamente rivolgere una domanda:
    Nel periodo in cui eri assessore per le vostre manifestazioni avete fatto stampare tanti manifesti, li hai pagati o te li sei fatti regalare dalla Sogeir o da altri? Di chi ti sei servito?
    Puoi anche non rispondere e di comune accordo smetterla di continuare la polemica.

  6. GIOVANNI MESSINA  01/06/2011

    BUONGIORNO A TUTTI,
    IO SONO GIOVANNI MESSINA LAVORO PRESSO L’AZIENDA SANITARIA, DATO CHE TANTE PERSONE MI HANNO FATTO NOTARE CHE IO HO LASCIATO UN COMMENTO TENGO A PRECISARE CHE IL COMMENTO LASCIATO IL 31 MAGGIO NON E’ STATO SCRITTO DAL SOTTOSCRITTO, CREDO SIA STATO UN MIO OMONIMO CHE INVITO A FARSI RICONOSCERE IN MODO CHE CHI DEVE COMPLIMENTARSI LO FACCIA ALLA PERSONA GIUSTA.
    GRAZIE

  7. lorenzo gurreri  01/06/2011

    Al fine di porre termine a questa questione, che amareggia un po’ tutti, desidererei che qualcuno del Comitato o la prof.ssa Ragusa, rispondesse ad alcune domande, che sorgono spontanee a chi legge il manifesto “Paga Cappiddrazzu” o il suo intervento “Paga tuttu Capiddrazzu!”
    1) A chi vi riferite quanto affermate “Cattolica l’hanno tutti nel cuore (così come Giuda stava accanto di Gesù?
    2) Cosa significa appellare “Personaggi” tra virgolette le Personalità che hanno tenuto e tengono alto il nome di Cattolica e di cui noi tutti dobbiamo orgogliosamente essere fieri? E continuando “verranno da tutte le parti anche dal Canada” considerate forse il Canada una terra da evitare?
    3) Come avete fatto a prevedere che si sarebbero offerti “fiori e laute… cene?” Dove li avete visti?
    4) Era proprio necessario impartite agli organizzatori della manifestazione (di cui mi onoro di far parte) una lezione sulla storia della fondazione del nostro Comune?
    5) Dopo averci dato dell’ignorante (“probabilmente non sanno cosa sia”, perché non ci spiegate bene cos’era il “ius primae noctis”?
    6) Perché volerci far dire cose che non abbiamo mai detto ed accusarci di essere dei falsari della storia?
    Avrei tante altre cose da far conoscere a chi ha criticato il mio intervento, ma non c’è spazio sufficiente e spero che serenamente si rileggeranno tutto quello che hanno scritto. Mi si dirà che gli attacchi non erano rivolti ai componenti delle associazioni culturali, ma all’Amministrazione Comunale ma questo non attenua il significato delle “parole” che quando cadono dall’alto si trasformano in macigni che travolgono tutto e tutti.
    Agli amici della CEO raccomando di rispettare i loro principi, enunciati nella rubrica, cioè di non dare spazio agli interventi ingiuriosi a cominciare dal mio, se lo ritengono tale.
    Spero che non siano più necessarie altri chiarimenti, in ogni caso, se mi fosse richiesto, posso partecipare ad un scambio di idee sia pubblico che privato.
    Lorenzo Gurreri

  8. lorenzo gurreri  01/06/2011

    Lettera aperta ai responsabili del Comitato cittadino, alla CEO e alla Professoressa Carmela Ragusa.
    In merito a quanto scritto sul Premio-Riconoscimento “Cattolica nel Cuore” dal Comitato Cittadino “Cattolica Vola” e riportato, quasi integralmente, nel primo commento della prof.ssa Carmela Ragusa è doveroso fare le seguenti riflessioni.
    Premetto che non è mia abitudine servirmi dei moderni mezzi di comunicazione per offendere le persone, ma in questo caso ci sono stato tirato per i capelli!
    Pertanto, ritengo doveroso far conoscere (a tutti coloro che hanno avuto motivo d’indignarsi per le mie istintive considerazioni) la verità su come sono andate le cose. Venerdì 27 maggio il signor Italo Taormina, per conto del Comitato Cittadino, appendeva nelle bacheche dei bar, accanto ai manifesti del nostro evento e distribuiva ai cittadini il manifesto “Paga Cappiddrazzu”, palesemente irrispettoso nei confronti di chi aveva organizzato con grande sacrificio il Premio-Riconoscimento “Cattolica nel Cuore”, cioè le Associazioni culturali Valle del Platani e Aromi di Sicilia. Il signor Italo Taormina, dopo essersi chiarito con Franco Mangiapane e col sottoscritto, ha consultato qualcuno del Comitato e con grande senso di responsabilità ha ritirato il predetto documento. Immaginate quanto grandi siano state la sorpresa e l’indignazione, di tutti i componenti delle associazioni che hanno promosso l’iniziativa, nel veder pubblicato il commento dell’amica Carmela Ragusa che, con qualche leggerissimo ritocco, ribadiva e approfondiva le stesse affermazioni.
    Considerato che, da un anno a questa parte con articoli sui giornali e su internet, è stato comunicato a tutta la cittadinanza che le Associazioni Culturali Valle del Platani e Aromi di Sicilia avevano istituito e organizzato il Premio- Riconoscimento “Cattolica nel Cuore”, per onorare gli Uomini che hanno portato in alto il buon nome del nostro paese.
    Ribadendo che l’istituzione del Premio è l’evento culturalmente più significativo, verificatosi in questi ultimi anni a Cattolica.
    Riconoscendo che il Comitato Cittadino di Cattolica Vola, nei suoi primi passi, intestandosi la battaglia per la diminuzione della tassa sull’immondizia, ha svolto un compito sociale altamente positivo, non si capisce l’insistere nel coinvolgere la nostra manifestazione negli attacchi rivolti all’Amministrazione Comunale.

  9. carmela ragusa  31/05/2011

    Dal momento che le mie ” stupidaggini” hanno sortito un dibattito, penso di avere raggiunto l’obiettivo. Perche’ il mio scopo era unicamente questo. Il mio tono provocatorio e’ servito a tirar fuori le varie reazioni un po’ istintive e un po’ difensive. Se si pensava di offendermi, si e’ commesso un errore perche’ io non ho niente di cui vergognarmi: non ho mai cercato di imbrogliare nessuno, ne’ sono ALLA RICERCA DI SOLDI O DI IMPIEGO. Non sono mai andata dietro ai vari partiti in cerca di qualcosa ma ho sempre lavorato con sacrificio e con onesta’. Ho una forte predisposizione per la LEGALITA’, per la TRASPAREN ZA e per l’Onesta’ e se questo abito comportamentale fosse piu’ diffuso, forse le cose
    andrebbero meglio per tutti.Qualcuno accenna ancora ad una eventuale denuncia contro il comitato ed allora io dico: se ritenete che ci siano gli estremi per una eventuale querela, fatela pure cosi ci date modo di trascinare in procura la Sogeir e , finalmente, si potrebbe attuare l’unica strada percorribile per evitare di dover pagare la mondezza piu’ cara dell’oro. Per chi l’avesse dimenticato, ricordo che c’e’ un video dove l’amministrazione afferma che il costo cosi alto della spazzatura era dovuto alle scelte clientelari e che la sogeir era stata diffidata. Poi ,invece, le cose sono cambiate e la sogeir non
    viene piu’ citata,anzi il suo nome si vede sotto il manifesto e non in procura. Quindi lascio a tutti voi le dovute considerazioni.
    Un vecchio canto dei ” poveri diavoli ” diceva: ficiru festa li cani e li lupi, poviri picureddri e afflitti crapi. E’ proprio cosi. Non voletemene se chiamo le cose con il proprio nome: il mio piu’ grosso difetto e’ quello di parlare in maniera schietta e di non ascoltare la voce del padrone, anche se tutto cio’ mi rende la vita piu’ ardua

  10. Giusy  31/05/2011

    Ho una domanda da porvi: era necessario organizzare questa manifestazione con il conseguente spreco di soldi, quando in paese ci sono tante cose più urgenti da fare?
    Con tutto il rispetto per questi personaggi che hanno saputo emergere con il loro lavoro e le loro capacità, non sarebbe stato più bello fare qualche opera per il nostro paesino che ne ha tanto bisogno, come regalo per il suo anniversario???
    Vi porto qualche esempio: salendo per la via Immacolata sembra che si vada sulle montagne russe, la via Oreto sembra una stradina di campagna piena di buche, per non parlare di zanzare e altri animali che girano per il paese… E cosi via…. c’è l’imbarazzo della scelta!
    Forse questo non è il post adatto per dire questo mio pensiero, ma mi piacerebbe pensare che qualcuno possa cogliere, attraverso le mie parole, le cose davvero importanti per il luogo in cui si vive.
    Non penso che non era doveroso premiare queste persone, ma ci sono momenti e tempi adatti anche per questo.
    Attualmente basta guardarsi in giro per accorgersi di quello che Cattolica Eraclea ha realmente bisogno!
    E non è di certo una sfilata in costumi d’epoca a cambiare le cose!!!!

  11. nino miceli  31/05/2011

    Il sunto della questione è uno e uno solo : tutti avrebbero potuto contribuire alla manifestazione, certamente non la Sogeir; da questa società non bisognava accettare nemmeno un centesimo.

  12. daniela  31/05/2011

    Cara prof. sapevo che avrebbe trovato le parole giuste per rispondere alle accuse rivolte a lei e al comitato!!!!!!!!!!!!!
    Buona giornata a tutti …. e un abbraccio a lei prof. !!!!!!!!!!!!!!

  13. giovanni messina  31/05/2011

    Vorrei dire solo due cose a riguardo a questa questione cosi scialba e senza senso. Noi cittadini che passeggiando per le vie del paese vediamo affissi sui muri il manifesto della manifestazione dove si vede la Sogeir che lo sponsorizza, permettetemi ci sembra che ci stanno prendendo in “giro”, mi spiego: è come se qualcuno mi dicesse “quel manifesto di 2 metri quadrati ti verrà a costare 8 euro e tu Cappiddrazzu a pagari!!!”, certamente non è bello ciò. Per quando riguarda la manifestazione “Cattolica nel cuore” non c’è nulla da dire a riguardo… tranne che la popolazione era assente, c’erano solo parenti e amici dei premiati e degli organizzatori, questo forse perchè alla gente di questo “feudo” non era interessata a premiare queste personalità che si sono distinte fuori facendo la loro fortuna e portando in alto il nome del nostro paese, anche se è un orgoglio per noi cattolicesi avere nostri concittadini all’estero o in Italia cosi illustri. Certamente qualcuno di questi premiati dovrà rivedere un pò le sue origini di vero cattolicese e non venire a Cattolica pavonegiandosi di essere una persona distinta, importante e… poi quando va via ha dimenticato le sue origini e il suo paese, si sono mai chiesti queste celebrità in che stato siamo? si sono mai chiesti come viviamo a Cattolica? con la tassa sui rifiuti più alta della provincia e con un servizio carente!?!?!?. Certamente ci risponderanno ma dovete essere voi a reagire e noi lo stiamo facendo con il Comitato Cattolica Vola, con i cittadini che giornalmente continuano a fare ricors contro quella e quell’altra tassa che i Comune ci applica e che si appella quando perde… una situazione non certo buona per noi poveri diavoli, noi reagiamo ma certo non venga a dirmi l’amico Colletti che quello che la Professoressa Ragusa e il Comitato Cattolica Vola hanno detto sono delle bagianate, crediamo che siano solo delle opinioni che ogni cittadino in un paese libero e democratico possa esternare senza temere niente da nessuno. Questo per dire soltanto a tutti è arrivata “l’ura e lu mumentu ca la finiti e passati a li fatti” è ora di rimborcarci le maniche e lavorare per questa nostra cittadina per portarla in alto senza che gli altri che sono “nisciuti e rinisciuti” lo facciano. Colgo l’occasione per ringraziare CEO di esistere con questo portale che ci dà la possibilità di dire la nostra pacatamente in libertà e democrazia. Ancora grazie di esistere.

  14. nino miceli  31/05/2011

    Penso proprio che si stia superando il limite ; non sono e non voglio essere l’avvocato difensore di nessuno, ma son convinto che la Prof.ssa Ragusa, pur con qualche passaggio da “evitare” e con toni che si possono anche discutere e criticare, abbia solo voluto esprimere il proprio disappunto su un manifesto in cui compariva il logo della Sogeir ed abbia voluto “provocare” un dibattito che però deve rimanere nei limiti della “decenza”. Anch’io vedendo questi manifesti ho pensato che la Sogeir “finanziasse” questa manifestazione, e la cosa mi ha un poco “urtato”. Ora da Franco Colletti vengo a sapere che questa società ha solo finanziato 45 manifesti e 10 locandine; la cosa mi urta ancor di più: era proprio necessario per una “miseria”, do per buona la ricostruzione di Franco, dare il benchè minimo spazio ad una società distintasi a Cattolica per un clientelismo becero che ha portato al lievitare della tassa RSU a circa 4 €. al mq? Forse non sarebbe più semplice dire che si sono sbagliati tempi e modi per questa sponsorizzazione da 100 € ? Spero e mi auguro che il dibattito possa continuare con toni pacati e nel rispetto delle opinioni altrui.

  15. carmela ragusa  30/05/2011

    Consentimi: e’ meglio che approfondisci tu la faccenda spazzatura e ti renderai conto come siamo veramen te in basso……….Anzi ,sai cosa ti dico? Perche’ non vieni al comitato, cosi ti ren di conto che non ci sono ” scopi personali” e che soprattutto non si vuole fare politicantismo ne’ populismo? Credo di essere stata ” leggera” come tu stesso mi hai definito, comunque educata e corretta. La verita’ e’ che difficilmente si contesta o “si alza la testa” e quando qualcuno ci prova ne viene fuori un vespaio e gli danno addosso tutti per poterlo zittire. Aveva ragione Pirandello: la verita’ non si puo’ dire. Concludo con un’altra verita’(che no sara’ creduta): non ho nulla contro le associazioni culturali o le compagnie teatrali, anzi, il contrario perche’ implicano arte , cultura, conoscenza e sono foriere di progresso civile.

  16. carmela ragusa  30/05/2011

    Ho letto due commenti cosi pesanti che mi sono chiesta subito: ma perche’? E perche’ poi da parte di due componenti di associazioni culturali a cui io non ho fatto riferimento alcuno? Chiaramente sono due attacchi di autodifesa. Per quale motivo? Io non vi ho offeso, non credo di avere offeso qualcuno…. Ho semplicemente fatto una riflessione e ne ho colto un parallelo tra due periodi storici. Si puo’ negare l’analogia tra il vecchio feudo e il nuovo feudalesimo? Non credo. Se l’ho compreso io con la mia “superficialita’”, figuriamoci coloro che sono abituati alla ” ricerca storica”………
    Caro Lorenzo, perche’ tanta acredine verso il comitato? Sei tu che spari ” sentenze denigratorie e false” non io. E poi sappi che non sono la dirigente di niente e di nessuno. Forse ho la faccia tosta di dire quello che penso ma sempre nel rispetto e senza offesa alcuna per nessuno : absit insidia verbis.
    Mi consigli,nel futuro, di documentarmi. E su che cosa dovrei documentarmi? Sulla SOGEIR? E a che pro%

  17. CEO STAFF  30/05/2011

    Cari tutti la suddetta rubrica è denominata “Dite la vostra”, quindi vi invitiamo a dire la vostra ma senza offendere, la signora Ragusa ha espresso una sua valutazione senza addossare offese a nessuno, quindi crediamo che sia giusto replicare mantenendo uno stile appropriato.

    Consentiteci anche di chiarire la citazione in merito al comitato cittadino.

    Crediamo non sia giusto tirarlo in ballo visto che la nota è stata firmata dalla sola signora Ragusa che ha voluto esprimere un suo giudizio personale. I membri del comitato in questo anno di “attività” si sono spesi tantissimo a favore del cittadino, pensiamo meritino rispetto e apprezzamento come il lavoro svolto da tutte le altre associazioni cattolicesi.

  18. italo taormina  30/05/2011

    caro franco colletti noi del COMITATO CATTOLICA VOLA ,non vogliamo offendere le nostre associazioni AROMI DI SICILIA,VALLE DEL PLATANI. il manifesto come avevo detto a FRANCO MANGIAPANE era solo esclusivamente perche nel manifesto c’era il nome della SOGER. Quella con cui noi tutti i cittadini di CATTOLICA ERACLEA ,ci sentiamo derubati,penso che non sia giusto offendere cosi la PROF. RAGUSA.Ancora una volta chiediamo scusa se qualcuno ha interpretato male noi che facciamo parte del COMITATO CATTOLICA VOLA ,siamo dalla parte dei cittadini.VIVA CATTOLICA ERACLEA.

  19. franco colletti  30/05/2011

    cattolica nel cuore dovremmo avercela un po tutti.è vero sono venuti anche dal canada per questa manifestazione,sono passati,re,regine,duchi e popolani,quello che abbiamo rappresentato non è una invenzione ci siamo documentati prima di fare e duire quello che abbiamo rappresentato,ducumentato dico ed è ciò che il comitato cattolica vola avrebbe dovuto fare prima di scivere su un volantino poi ritirato delle baggianate che offendono quanti gratuitamente hanno reso possibile tutto quello che avete visto.soltanto perchè sui manifesti è apparso il nome della sogeir,qualcuno ha pensato che il tutto fosso finaziato con i soldi che tutti noi paghiamo,ola sogeir ha solo partecipato alla fornitura di 45 manifesti e 10 locandine,questo per un chiarimento dovuto a quanti hanno contribuito,sfilando e partecipando alla riuscita della manifestazione tutta,perchè se fosse solo per le stupidagini dette dalla si.ragusa credetemi cittadini di cattolica ,non varrebbe la pena nessuna risposta.se si vuole fare politica lo si faccia con le cose serie e quello della spazzatura è un argomento serio non cadete in queste bassezze ,il rispondere a queste stupidagini mi distoglie da impegni importanti ma è doveroso

  20. lorenzo gurreri  30/05/2011

    “Cattolica vola”, che avrebbe dovuto essere una colomba bianca, vola così basso, così terra terra, da sporcarsi il petto di nero, tanto da sembrare un avvoltoio o un serpente a sonagli che, pur di raggiungere i propri scopi, sparge veleno dappertutto. La prof.ssa Ragusa con la sua semplicistica ironia, non si è resa conto di offendere non solo le associazioni culturali Valle del Platani e Aromi di Sicilia che hanno organizzato la manifestazione, ma anche le personalità che sono state premiate e il buon nome del nostro paese.
    Per l’avvenire, si consiglia alla dirigente di “Cattolica Vola”:, prima di denigrare le iniziative promosse dalle associazioni culturali, di riflettere serenamente e documentarsi in modo adeguato, per evitare di emettere deplorevoli sentenze denigratorie e false.

Leave a Reply

Your email address will not be published.