Condividi questo post

“Alle parole, per l’ennesima volta,non corrispondono i fatti.
Ancora una volta, sul banco di prova,l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Cosimo Piro,manifesta i suoi limiti amministrativi.
Il comune di Cattolica Eraclea, per due anni consecutivi, e precisamente dal 31-10-2007 al 31-10-2008, non ha presentato progetti di Servizio Civile da realizzare nel proprio territorio.
Con ciò,si è persa l’opportunità di far lavorare tanti giovani diplomati,disoccupati di età compresa dai 19 ai 28 anni,sia per l’anno 2008 che per il 2009.
Giovani che si sarebbero adoperati per i vari servizi che i progetti avrebbero previsto.
Avrebbero,pertanto, ricevuto lo stipendio per un anno,per l’eventuale servizio svolto.
Quando si legge che al comune di Joppolo Giancaxio sono stati approvati cinque progetti di Servizio Civile c’è da complimentarsi con gli amministratori;stiamo parlando di un comune di 1500 persone.
E parlando contemporaneamente del comune di Cattolica Eraclea,ci rendiamo conto che, non si presentano progetti di Servizio Civile dal momento in cui si è insediato il sindaco Piro.
La cosa grave non’è solo questa,anche se,bisogna ammetterlo,arreca un danno economico e sociale notevole per la comunità.

Giuseppe Vizzi
Giuseppe Vizzi

L’inefficacia e la lentezza di questa amministrazione si rispecchia,anche nel fatto che,nel corso di questo periodo,l’amministrazione non ha pensato di accreditarsi all’Albo della Regione Sicilia istituito il 01-01-2007 in virtù del D.A n.4473 del 29-12-2006,per cui, non può presentare progetti di Servizio Civile.
Tutto ciò non può che confermare le critiche, più volte espresse,sul fatto che l’amministrazione non è idonea a guidare il paese.
Il paese è alla fame e l’amministrazione attuale ha contribuito e continua ad impoverirlo.
La nostra comunità vive una fase di insofferenza divenuta ormai insopportabile.
E’ doveroso, da parte dell’opposizione, fare notare il fallimento delle scelte politiche della giunta Piro e della maggioranza che lo sostiene,del modo errato di operare,delle incapacità manifestate nel porsi per il rilancio sociale e politico del paese.”


Il cons. comunale (PD) Giuseppe Vizzi

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.