“Mediterraneo”, poesia di Lilla Omobono
Condividi questo post

Respiro carezze di
acqua cristallina
dove raggi infuocati
si riflettono e sono
specchi incantati.
Respirano finanche
sassi di mare
levigati a mo di 
confettini multiforme,
sanno di gente genuina
e di storia infinita. 
Mediterraneo, mare mio!
Da qui nacquero 
le mie radici
trapiantate in terre lontane
Terra mia, terra dalle
mille bonta’, e di cuore buono.
Come si fa ad andarsene ,
e a non tornare piu…
Lascio un pezzo del mio cuore
in questo tratto di mare.
Speranzosi i miei sospiri
mentre ti guardo
e mi allontano.
Il tempo potra’ cancellare
le mie orme ma, 
non potra’ mai estirpare
Le mie radici. 
Lilla Omobono

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.