Le solfare esistenti a Cattolica Eraclea nell’ottocento
Condividi questo post

La antica Solfara Vodi sita in Colle Rotondo, fu un miniera di zolfo la cui attività è nota sin dagli inizi del 1700, insieme a sole altre cinque solfare attive in tutta la Sicilia.

Di queste sei solfare non si hanno molte notizie, se non che vi lavoravano circa 100 operai in tutto; forse non tutte furono in attività contemporaneamente e la produzione annua complessiva stimata è stata non superiore a 500 tonnellate di zolfo.

Esisterebbero notizie storiche che parlano di una attività estrattiva dello zolfo antecedente a queste solfare note, ma l’autore non ritiene possa parlarsi di una attività estrattiva da miniera, quanto piuttosto asportazione di materiale solfifero presente in affioramenti superficiali presenti sul terreno agricolo. Di questa attività si hanno notizie a partire del XII secolo.

L’attività di estrazione dello zolfo venne utilizzata sino alla fine del 1860, dove a causa di notevoli infiltrazioni delle acque del fiume Platani rimasero inattive.
Ancora oggi restano visibili le gallerie che permettevano di entrare all’interno del colle per poi giungere nel sottosuolo dove si trovava il minerale.

Fino al 1875 sono esistite, secondo quanto riportato su wikipedia, oltre a quella di Colle Rotondo altre tre solfare: Malacarne, solfara Margitello e solfara Marco.

fonte. wikipedia

  • CONAD
  • BAR MODERNO
  • baglio

Leave a Reply

Your email address will not be published.