“La terra trema tutta all’istanti”: poesia di Carmelo Veneziano Broccia
Condividi questo post

Poesia scritta dal signor Carmelo Veneziano Broccia nella notte tra il 14 e il 15 gennaio 1968 nei momenti cruciali del terremoto del Belice. Le scosse furono avvertite anche nel nostro paese. Il signor Veneziano Broccia era originario di Favara, dal 1953 ha vissuto a Cattolica Eraclea fino alla sua scomparsa avvenuta alcuni anni fa. In paese era molto conosciuto e apprezzato per la sue abilità di innestatore con la passione per la poesia.

La terra trema tutta all’istanti, mori la genti mezzu li spaventi, li casi tutti in’terra pristamenti, di li paisi nun resta chiù nenti, tutta la genti ca ristaru sinistrati, senza ne casi e nemmenu vistuti, chini di friddu pallidi affamati, ancora nun ci cridinu su stunati,lu guvernu miliardi a stanziatu pi dari aiutu a sti disiderati, di li forzi invernali castigati.Terri di millanni travagliati frutti cultivati li Stati di lu munnu su stunati.Fina li russi mali annintuvati mannaru li chiù forti contributi .

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.