La spremuta d’arancia: un toccasana per l’apparato digerente
Condividi questo post

 

Alcuni benefìci della spremuta d’arancia sull’apparato digerente.

Ulcere gastroduodenali. Il succo d’arancia, bevuto tra un pasto e l’altro, risulta particolarmente efficace nell’attenuare la comparsa di ulcere gastroduodenali.
Fegato. Assunto come unico alimento tra i pasti, può risultare di grande aiuto per il fegato, data la sua capacità di evitare la cattiva digestione, il gonfiore e la fermentazione degli alimenti.
Insufficienza biliare. Il succo d’arancia favorisce la produzione della bile ed è quindi un potente rimedio contro l’insufficienza biliare.
Diarrea e stitichezza. Bevuto regolarmente, il succo d’arancia ha la capacità di regolarizzare e stabilizzare la funzione intestinale, contribuendo efficacemente a prevenire diarrea e stitichezza. Ha inoltre la capacità di eliminare le tossine che si accumulano nell’intestino e di favorire quindi la sua depurazione.
Indigestione. In caso di indigestione, bere spremuta d’arancia reca particolare sollievo, perché favorisce l’eliminazione dei residui intestinali che generano il malessere.

Per il nostro apparato digerente dunque la spremuta d’arancia, assunta con regolarità, rappresenta una vera benedizione, ancor più se l’arancia è sana e di provata qualità.

DAL SITO arancesane.com

SOSTENITORI

  • 2G
  • bellevue
  • cento passi
  • gambino
  • al casale
  • BAR MODERNO
  • sajeva
  • terra nostra
  • CONAD
  • piro
  • floreal
  • baglio
  • MAGAZZU
  • argento
  • pennino
  • BAGLIU
  • servii postali

Leave a Reply

Your email address will not be published.