Condividi questo post

Il cuore canta…
(Per la festa della donna 2012)

Il cuore canta al suono d’un violino,
cullato al dolce odor di primavera;
si sente la sua voce assai sincera
e fresca come l’aria del mattino.

Cinguetta al bel momento il canarino;
giuliva sta a danzare pur la sera,
a tante stelle unita e tanto fiera
degli astri che dan luce nel cammino.

Si tinge l’orizzonte oggi di rosa;
allodole e cicale tutte in coro
fan festa alla giornata assai gioiosa.

A stanche membra arrechi tu ristoro;
per questo t’offro un fiore di mimosa:
di singolare amor, perciò, t’indoro.

Al pari dell’alloro,
che fregia il grande ed eccellente vate,
queste fragranze a te son destinate.

Vallecrosia, 8 marzo 2012

Francesco Mulè

One Response to "“Il cuore canta…” Poesia per la festa della donna di Francesco Mulè"

  1. maria rizzi  22/08/2012

    Francesco mio,
    quale lirismo ricamato , cucito con dovizia di particolari… dipinto con pathos commovente! La donna s’inchina di fronte al tu essere uomo in amore e ricambia il tuo canto con dolce ringraziamento! Un forte abbraccio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.