I nostri poeti – Leonardo Baronello
Condividi questo post

 

 

dal libro ” POETI POPOLARI DI CATTOLICA ERACLEA” di Lorenzo Gurreri

E’ nato a Cattolica Eraclea il 23 novembre 1928, da Giuseppe e da Fucale Palma. Ha frequentato le scuole elementari fino all’età di otto anni (III elementare). A nove anni il padre, bisognoso d’aiuto, lo condusse al lavoro, affidandogli la custodia del proprio gregge.

Lavorò con il genitore fino al raggiungimento della maggiore età, sperimentando sulla propria pelle quanto fosse pesante il mestiere dei pastori. Nel periodo del dopoguerra, stanco dell’antico lavoro, si è dedicato ad altre attività: agricoltore ed esercente di un piccolo negozio di generi alimentari. Sposatosi con Maria Miceli e spinto dalle accresciute necessità familiari per la nascita dei figli: Giuseppe, Palma e Domenico, ha comprato delle pecore e delle mucche ed è ritornato a fare il pastore per proprio conto.Nel corso della sua vita si è pure dedicato alla coltivazione di un piccolo fondo di sua proprietà.

LA MANI DIVINA

Assapuramu tutti la manu divina è chidda chi nn’assisti ogni pirsuna; è l’acqua di lu celu, ca Diu nni duna, è la binidizioni di ogni funtana. Ossirvamula tutti la duttrina di la Santa Chiesa Cristiana; Diu ogni piccatu nni pirduna e L’armuzza ‘n paradisu si l’acchiana.

lu sugnu un pastureddu di campagna, criaru lu dicu e nun tegnu vriogna, Diu cci scrissi ‘nti la me’ tigna ogni misteru è bonu a la bisogna! Diu nni purtà pani e lasagna, pi ogni misteri ‘unn’essiri vriogna, lu primu chi purtà fu lu lavuri e a l’omu la terra fici lavurari. Di lu lavuri vinni lu frummentu pi la putenza di lu Spiriti! Santu; di lu frummentu vinni la farina lu veru cibu di la carni umana!

Atri cibi Diu nni detti di cunfortu la carni, lu vinu, li virduri e li frutti e quarcunu cu Diu fa lu tortu, lassannulu pi tutti li diritti. Cc’è cu cridi ca Diu nun esisti e cu dici ca li preti nun su’ giusti, ca studianu pi polli ed arrusti senza farisi pirsuni cchiù mudesti. Ogni nazioni voli lu cumannu ed essiri patruni di lu munnu; sennucci guerri cc’è sempri dannu a causa di l’omu vacabunnu.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.