FESTIVAL DI GOL TRA ERACLEA MINOA E MONTALLEGRO
Condividi questo post

Eraclea Minoa – Montallegro 4-3

Reti: 10’ Augello ®, 15’ e 18’ Termine, 30’ Trinci, 43’ Sabatino, 50’ Giuffrida, 55’ Piruzza.

Finisce con la vittoria dell’Eraclea Minoa il derby contro i vicini di casa del Montallegro. Sette gol che hanno dato vivacità a una gara giocata con alto tono agonistico da entrambe le squadre.  Partita giocata davanti una spettacolare cornice di pubblico, degna di categorie superiori. Nutrita la rappresentanza dei tifosi montallegresi che hanno incitato i propri beniamini. Non di meno è stata la tifoseria amaranto che ha cantato e sostenuto a squarciagola i propri giocatori.

La squadra cattolicese si fa viva dopo 8 minuti con una punizione di Sabatino. Passano due minuti e arriva il vantaggio. Trinci viene atterrato in area dal portiere Ciulla e l’arbitro non ha dubbi a concedere la massima punizione. Batte il calcio di rigore Augello che batte in rete a botta sicura.

Ci prova due minuti dopo Trinci con una delle solite punizioni che finisce di poco alto la traversa. Al 15’ il Montallegro pareggia. Calcio di punizione battuto da Zambito dalla tre quarti,  il pallone colpisce la traversa, sul ritorno Termine con un colpo di testa supera il portiere Amato.  Passano tre minuti e il Montallegro raddoppia ancora con Termine che con uno splendido tiro da trenta metri sorprende il portiere cattolicese. La squadra di mister Gurreri non ci stà e tenta una reazione immediata. Due tiri da fuori area di Trinci e Broccia vengono parati in due tempi dal portiere Ciulla. Al 30’  l’Eraclea Minoa pareggia con Trinci, che dopo aver saltato un avversario, con uno splendido  tiro in diagonale fa secco il portiere avversario, portano il risultato sul 2-2. Incassato il pari il Montallegro cerca di uscire fuori e al 35’ una punizione di Zambito finisce di poco fuori. Due minuti dopo ci tenta Mauro Catania con un velenoso tiro che colpisce la traversa. Le due formazioni continuano a giocare a viso aperto e la squadra cattolicese riesce a passare in vantaggio al 43’ con Sabatino, direttamente su calcio di punizione battuto dalle tre quarti. Il primo tempo si chiude con una punizione del Montallegro battuta da Peri che viene deviata dal portiere Amato. Squadre negli spogliatoi sul risultato di 3-2 per l’Eraclea Minoa.

La ripresa inizia subito a spron battuto. Pochi minuti di gioco e il Montallegro segna  un gol che però  viene annullato dall’arbitro tra le numerose proteste dei giocatori montallegresi. Al 50’ l’Eraclea Minoa sigla la quarta rete con Giuffrida che con tocco felino batte il portiere avversario. Momenti di nervosismo, qualche protesta di troppo e ne fa le spese un giocatore montallegrese che viene espulso. La formazione ospite accusa il colpo e  con un uomo in meno si butta  a capofitto in avanti nel tentativo di dimezzare il passivo, e ci riesce al 55’ con il nuovo entrato Piruzza che accorcia le distanze. Gara sul risultato di 4-3. Nel corso del secondo tempo le azioni di gioco si susseguono ad alto ritmo. Nessuna delle due squadre vuole perdere. Il Montallegro si fa vivo in area avversaria più di una volta, come anche l’Eraclea Minoa. Tensione e nervosismo sono gli ingredienti principali degli ultimi venti minuti, con il Montallegro che subisce un’altra espulsione, rimanendo in 9 uomini.  Ormai i minuti finali scorrono con molta trepidazione fino al triplice fischio finale.

Finisce con la vittoria dell’Eraclea Minoa sul Montallegro questo derby dalle mille emozioni che ha fatto stare in ansia per tutti i 90 minuti le due tifoserie.

Prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento per l’improvvisa morte del giocatore della Fiorentina Davide Astori.

 

FRANCESCO MAGGIO

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.