“Ermetica Primavera”: poesia di Baldo Gurreri
Condividi questo post

ERMETICA PRIMAVERA
Lì,quando le dita sfioravan
Il tuo vestito di seta,
per poi d’improvviso
stringerlo e sdrucirlo,
(ci avevan preso gusto),
ovunque ti han cercata:
in alto, in basso,
in avanti e indietro.
Hanno esplorato
ogni (tuo)punto cardinale,
e mentre ti cercavano ,
mi sembrava di volare.
E tu, dopo labile
resistenza,
ti lasciavi trovare.
Vedo come sei e ricordo com’eri:

tu, sulla mia bicicletta,
stringendo forte,capelli al vento,
il manubrio in mano,
mi portavi dolcemente
a un orizzonte lontano,
dove l’amore puro
si mischia col profano!…

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.