Per diversi giorni, ed ancora continuano, quelli della RAI si sono autobeatificati per avere ottenuto un altissimo numero di telespettatori durante le serate di quello che loro insistono a chiamare Festival di Sanremo, ma, che, ad aver sentito quel che ne hanno detto tutti, sono sembrate serate tipiche di quel calderone di banalità da avanspettacolo che è stato il Bagaglino, Ospiti sconosciuti, artisti ritenuti brillanti ma che sono sembrati spenti e insignificanti, luci e cotillon in abbondanza e, cosa ancora più grave canzonette effimere, ma cosi effimere che già, soltanto dopo qualche giorno, nessuno se ne ricorda più: Da giovane, avevo studiato che quando più aziende si mettono assieme per proporre al prezzo da esse stabilito e per un determinato periodo lo stesso prodotto, viene a crearsi il famoso ” CARTELLO”, Quindi, possiamo benissimo affermare che, stavolta più che ad un cartello finanziario abbiamo assistito alla temporanea nascita di un cartello televisivo.. Cosa sarebbe, altrimenti una trasmissione condotta dai personaggi di punta delle tre televisioni nazionali più seguite? Ma se la De Filippi e Crozza in contemporanea con Sanremo, avessero presentato i loro programmi più seguiti sui loro canali televisivi, si sarebbe così straparlato di grandi ascolti e vanterie varie? Per non dire che, non si sono fatti mancare niente, ed hanno chiesto persino una mano al Commissario Montalbano………Ma di che state parlando? Piuttosto, datevi una regolata e tenetevi pronti a mettere su uno spettacolo televisivo dal nome “C’era una volta…… ” Il Festival di Sanremo ” !!!