CEO TRA I FORNELLI. Pomodori secchi, una deliziosa conserva della tradizione siciliana
Condividi questo post

 

 

Una tradizione tutta del sud Italia in particolare della Sicilia. Nei tempi passati si vedevano, in estate, reti di letto messe sulle strade dove sopra venivano messi ad essicare i pomodori. Continuiamo questa tradizione provando anche noi a fare i pomodori secchi.13902191_10208146333430123_110376645_o

Scegliamo un pomodoro bello maturo, polposo e sodo. Per le quantità, considerate che il pomodoro così utilizzato frutta davvero poco e per realizzare un etto di pomodori secchi ne servirà un chilo fresco. Vanno poi lavati accuratamente, tagliati a metà e ricoperti di sale.13931488_10208146333230118_1239504717_o

 

La funzione del sale (oltre a quella del sole) è fondamentale, perché accelera l’essiccamento.I pomodori devono restare al sole per circa sei-sette ore ogni giorno; naturalmente dovete avere cura di esporli nelle ore più calde e nei periodi dell’anno in cui il calore estivo è particolarmente forte (si consiglia tra la fine di luglio e la metà di agosto). La sera invece è bene riporli in casa, all’asciutto.13951078_10208146332750106_2079621267_o

 

Ripetete questa procedura (esposizione dei pomodori al sole e ritiro in casa per la notte) per cinque/sei giorni, variabili a seconda delle condizioni meteo.

13932213_10208146330670054_110078098_o
Appena essicati vengono messi in un tegame  con in acqua in ebollizione per 5 minuti circa e poi messi di nuovo ad asciugare all’esterno. Per la conservazione metteteli dentro un barattolo con aglio e basilico.

13936555_10208146331030063_1638804092_n

13898461_10208146327389972_547509834_o (1)

SOSTENITORI

  • 2G
  • bellevue
  • cento passi
  • gambino
  • al casale
  • BAR MODERNO
  • sajeva
  • terra nostra
  • CONAD
  • piro
  • floreal
  • baglio
  • MAGAZZU
  • argento
  • pennino
  • BAGLIU
  • servii postali

Leave a Reply

Your email address will not be published.