“Cattolica Eraclea come Metafora …”  La Mortificazione dei meriti!
Condividi questo post

di Maurizio Miliziano

(  selezione del revisore contabile da parte del consiglio comunale del Comune di Cattolica Eraclea)

Io non sono uno specialista dei grossi problemi tecnico-amministrativi né sono uno specialista, e neppure un conoscitore più che superficiale delle questioni giuridiche che sono poste in essere dai molti e variegati problemi che sipongono in ordine a questo argomento: Meritocrazia e Pubblica Amministarzione.In Particolare la scelta del revisore contabile del Comune di Cattolica Eraclea.
Né parlerò, quindi, cercando di attenuare con l’umiltà, di cui mi è fatto particolare obbligo, ogni mio rilievo ed ogni mio convincimento.
Se,malgrado ciò, Vi riconoscete qualcosa di positivo, di vero, di utile, ciò saràdovuto piuttosto alla vostra benevolenza che ai miei meriti.
Dirò cose che in gran parte potranno, prima facie, apparire, se non estranee,troppo generali e vaghe per aver posto questa riflessione che tutti debbono riconoscere essere stata collocata, non so se per sorte o per particolarmente acuta preveggenza del sottoscritto, in una fase temporale prossima sulle“stringenti” scelte… scelte superficiali in merito alla SELEZIONE deiCURRICULUM (circa 8 curriculum vitae presentati… senza alcuna minimavalutazione da parte del consiglio comunale di maggioranza e senza unaopportuna costituzione di una commissione di valutazione vista la esortazione apresentare le candidature vedi nota del 09/12/2014 da parte del responsabileservizio finanziario) appropriati (nulla di personale con la selezione dellacandidata) a ricoprire l’incarico di  revisoredel conti Pubblici del Comune di Cattolica Eraclea.
Avrei voluto essere presente di persona. Impegni e una certa prudenza nel non abusarnemi fanno ricorrere allo scritto (e ringrazio chi commenterà e/o rifletterà).
Ricorrereallo scritto è del resto utile e necessario quando si affrontano temi delicaticon le relative responsabilità. Responsabilità rese superficiali dalla scarsaattenzione che si vuole mettere in campo per dei problemi molto seri quali sonoi CONTI PUBBLICI di una P.A.!
E’ certo che quello del riconoscimento della Meritocrazia rispetto all’appartenenza, al potere, al PUZZO del compromesso, è uno dei più grossi problemi della societàeconomicamente avanzate ed opulente.
Ricordobene i comizi dell’attuale Sindaco di Cattolica Eraclea dott. Nicolò Termine edi qualche Illustre cittadino/a, attualmente consigliere dimaggioranza(maggiranza, peraltro, anche da me sostenuta!) di Cattolica Eraclea.
Credo selo ricordino in tanti: “I giovani! Più valore ai meriti;  aiuto ai bisogni! Nessuno verrà calpestato nella dignità di persona in quanto tale; Più giustizia sociale!!”  (propaganda quasi berlingueriana! Si rigiradalla tomba quel leader della sinistra!) Sono passati più di due anni e sidirebbe che quei famosi comizi, durante la campagna elettorale 2012, hannotrovato in questo lasso di tempo, più smentite che conferme. Scusatemi…solamente smentite.
Questa premessa vale per affermare, ancora una volta, quanto acuto fosse il pensiero di Leonardo Sciascia, che intitolava un suo libro: “La Sicilia come metafora”consentitemelo: “Cottolica Eraclea come Metafora
E se la questione etica è renderesempre più competitivi i nostri territori, evitando che fuggano coloro chehanno (che hanno sensibilità artistica e qualificazione professionale, chehanno gusto di intrapresa economica e di conoscenza intellettuale), evitandocioè che fuggano i meriti e rimangono soltanto coloro che non hanno, rimanendosoltanto i bisogni è anche vero che dal consiglio comunale svoltosi giorno 3febbraio 2015 è emersa una vera imposizione… “L’imperatore ed i suoi senatori”hanno tenuto fede: mortificare e violare il significato delle regole condivisedalla società da loro stessi create…  “Mortifichiamo i meriti. Diretti sulla candidata anche con meno requisiti… Il Potere sono io!!”
Voglio ricordare che promuovere i meriti e insieme soddisfarei bisogni, è questione etica, ma forse qualcuno vuole ancora che la politica sisostituisca al futuro dei più meritevoli. Grato per commenti e attenzione.

4 Responses to "“Cattolica Eraclea come Metafora …” La Mortificazione dei meriti!"

  1. Maurizio Miliziano  11/02/2015

    Se pretendiamo di essere paese in cammino, bisogna cambiare la testa dei cittadini e di tutti noi. La legalità o è un percorso o resta solo uno slogan… Intanto volevo comunicarVi che proseguono le indagini da parte della polizia postale per risalire all’utente/autore del post diffamatorio, messo in standby, con il nickname “Vito” Grato per commenti e riflessioni

  2. maurizio miliziano  05/02/2015

    In epoca di ristrettezze della finanza pubblica, degli enormi tagli dei trasferimenti erariali e regionali agli Enti locali, nel maldestro tentativo italiano di avviare il così detto federalismo fiscale, a Roma, il legislatore nel 2012 si è reso conto dell’importanza cruciale del ruolo del revisore cruciale nel monitoraggio dei conti dei comuni che oggi viaggiano in precari equilibri finanziari che rischiano di trasformarsi in sempre più numerosi “dissesti” che inevitabilmente si riperquotono sulle spalle( e le tashe!) dei cittadini. In questa “presa di coscienza” sono stati concepiti il D.L. 138/2011 e il D.M. 23/2012, che in buona sostanza hanno cambiato le modalità di selezione dei revisori dei comuni nonchè ne hanno significativamente ristrettoi requisiti di accesso richiedendo la doppia iscrizione all’albo dei Dottori commercialisti e al registro dei revisori, nonchè inderogabili requisiti sull’esperienza professionale svolta e la formazione professionale continua acquisita in materia.
    Questo è entrato in vigore in tutta Italia tranne in Sicilia dato che la regione Siciliana non ha ancora inteso recepire la normativa. In tutte le altre regione d’Italia non è possibile eleggere a Revisore dei Conti in un comune una persona con laurea triennale con il solo requisito dell’iscrizione al registro dei revisori… non è assolutamente concesso. Questo per essere ancor più pregnante con la disciplina attuale. Grato per commenti alla disciplina. Senza strumentalizzazioni. Grato

  3. Maurizio Miliziano  04/02/2015

    Ricordo che comunque possibile proporre ricorso al TAR per i candidati esclusi al concorso per revisore contabile entro 60 giorni dalla nomina.

  4. Salvatore Spataro  04/02/2015

    Caro Maurizio i tuoi disappunto sono voce comune di tutti coloro che sostengono il cambiamento. Per fare questo bisogna cambiare uomini -mentalità e sistema altrimenti si farà sempre cosi. Il gestore della cosa pubblica continuerà sempre con la lottizzazione e ripartizione delle cariche e del potere. Serve poco parlare ora si doveva cambiare .

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.