I privilegi dei politici…in siciliano (di Baldo Gurreri)

PRIVILEGI Tutto gratis Poviri senatura, poviri dibutati Sempri ‘nviaggiu, sempri affannati! Menu mali ca treni e aerei su’ arrigalati… E pi essiri in orario a l’appuntamentu, u’ rologiu bonu pi cumplimentu. A cinima e teatru, pi si svagari, gratis ci vannu tutti a taliari. Cu 20.000 euru su’ stipendiati, ma li paroli ditti nun li […]

read more

“Heraclea Minoa”: poesia in dialetto siciliano di Bagur

  ERACLEA Principessa sicula d’antica storia, vecchia di petri di tant’anni. Anchi si nascisti p’un circari gloria, anchi si tanti foru li peni e l’affanni, ancora nun si perdi la memoria. Comu un gioiellu ncastunatu tra cielu e muntagna, a li to pedi u mari d’Africa ti vagna. ‘U Platani, comu un nastru d’argentu, ti […]

read more

I MIEI AMARCORD (di Baldo Gurreri)

    I MIEI AMARCORD Sempri mi torna ‘mmenti ‘na vaneddra, ca porta dirittu a la Funtaneddra. Locu disiatu di porci e gaddrini, natri cci ivamu pi parlari di signurini. Iucavamu e pistoleri e indiani, satannu a cavaddru di li purceddri. ‘Ncagliavamu serpi e cardiddri Di cursa po’ versu ‘a Muntagneddra, pi cogliri un pugnu […]

read more

SANTISSIMA EUCARISTIA: poesia di Pino Pennino

    SANTISSIMA EUCARISTIA L’AMORE DI DIO PADRE fa che il Figlio s’incarni in Vergine, nostro appiglio, per dar tutto se stesso alla natura umana e debole, e Sua fattura. Dà tutto se stesso nell’Eucaristia come Dio-Uomo. Oh somma magìa! Cos’è l’Eucaristia, direte voi? Gesù: Uomo-Dio-Vivo in mezzo a noi. E’ la divina Sapienza e […]

read more

“Regina delle aiuole”: poesia di Lilla Omobono

    Regina delle aiuole Silenziosa nel suo mistico giardino Avvolta solo di vistosi colori Fresca gia’ dal primo mattino Inebria di gentile profumo i suoi ammiratori. Accorti nell’avvicinarla a se ! Crea sguardi ammaliatori Se ti punge, ci sara’ un perche’.. Da cogliere con dolcezza detesta ; bruti e aggressori. Fa innamorare a prima […]

read more

PER SEMPRE MAESTRO…

    di Baldo Gurreri PER SEMPRE MAESTRO Ho insegnato ai più grandi, nella scuola serale, Istituto Tecnico e Commerciale, nonché in quello liceale. Ho incontrato tanta gente tutta diversa e di diverso umore, ragazzi dagli occhi buoni ragazze col color del mare. Ma la vita non è un gioco a carte e tu vai […]

read more

Poesia : “Piccole tracce di matita” di Jerry Scalici

    È davvero tardi ormai e tu sicuramente dormi: chissà se stai sognando me. M’è testimone questo letto di questa mia amorosa insonnia: non riesco proprio a prender sonno. Ho ancora impresso nella mente la tua espressione assonnata, trasognante in virtù delle mie parole ma con l’indulgenza dell’ora tarda. Mi son nutrito dei tuoi […]

read more

LA VURPI E LA GADDRINA: poesia in dialetto siciliano di BAGUR

    LA VURPI E LA GADDRINA ‘Mmezzu a la campagna, di prima matina, ‘na vurpi vitti scaliari ‘na gaddrina. S’avvicina furbastra a passu leggiu, ma la puddrascia sata ‘ncapu un cilieggiu. V: – pirchì t’alluntani, cummari gaddrina? Ti portu ‘ na bona nova stamatina… G: – Parla ca i’ t’ascutu e ti sentu. V: […]

read more

EVVIVA ‘U SINNACU: poesia di Bagur

    EVVIVA‘U SINNACU E semu iunti quasi a lu “Pitruni”. Passaru cinc’anni e un ti n’adduni! Partì la Campagna elettorali, è ghiunta l’ura c’am’a vutari: cu prumetti munti e cu prumetti mari. Ianu mi dici: “ La notti unn’arriscennu a ripusari, mi giru e mi rigiru e nun sacciu chi fari: haiu un parenti […]

read more

Poesia : “Arrivò la primavera!” (di Jerry Scalici)

    Poesia : “Arrivò la primavera!” (di Jerry Scalici) *** “Finalmente arrivò la primavera!”, esclamò tuttu priatu, mastru Pansera. Grapì li pirsiani pi canciari aria, cu li purmuna spanzi, e stinnennu li vrazza o celu a tipu pupu tiratu chi lazza, un cafè cavuru misu ‘n tazza si biveva, dannu na taliata a destra […]

read more
Pages 1 of 21