Aspettiamo gli americani che ci vengono a salvare?
Condividi questo post

riceviamo e pubblichiamo

Hanno fatto di noi quello che hanno voluto: ci hanno svenduto come merce che sta per scadere, senza chiederci consenso, senza chiederci cosa volevamo. Svuotati di diritti e di dignita’ ma obesi di doveri, continuiamo a pagare e sorridere. Non siamo capaci di alzare la testa e mandarli tutti a quel paese. Ma che uomini siamo? Possibile che non ci sia un sussulto di DIGNITA’?. Andiamo ancora appresso ai nostri politicanti con la speranza di qualche mollichina, di qualche favore; li imitiamo negli atteggiamenti e barattiamo i nostri consensi, convinti come siamo che è meglio “farisi li so chiffari” Il BENE COMUNE è tutt’altra cosa!. Pensare solo per se stessi ci rende uguali ai politicanti, con la differenza che loro si riempiono le dispense e a noi lasciano le molliche. Dal piu’ grande al piu’ piccolo, sono tutti uguali, si comportano in egual maniera, arruffano a piu’ non posso e creano solo debito. Ma cosa ci hanno dato per aver creato tutto questo debito? Le strade sono fatiscenti, la rete fognaria si fonde alla rete idrica e ci fanno bere “acqua giallognola”, forse idonea a tritare i calcoli renali. La rete elettrica è quella che è e sovente si rimane al buio.. L’elenco potrebbe continuare ma credo che tutti siamo consapevoli della carenza dei servizi che, purtroppo, paghiamo a peso d’oro. Alcuni , ancora adesso, si sono fatti “li so chiffari”, ma tutto il resto cosa faremo?
Mi direte che è invidia?

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.