Amministrative 2017, il Tar rigetta ricorso in merito alle operazioni di scrutinio
Condividi questo post

Il Tar Sicilia rigetta il ricorso in merito alle operazioni di scrutinio per le schede autenticate e non nel corso dell’ultima competizione elettorale che ha visto la vittoria di Santino Borsellino su Giuseppe Giuffrida con il risultato di 1310 a 1207 voti. Il Tar, presidente Cosimo Di Paola, Anna Pignataro e Giuseppe La Greca consiglieri, ha rigettato il ricorso proposto da Leonardo Giuffrida contro il Cune di Cattolica Eraclea e di Santo Borsellino, Pasqua Francaviglia, Giuseppe Sciortino.
Il ricorso verteva sulla discrasia, secondo il ricorrente, tra le schede autenticate prima della votazione e la somma tra le schede votate e quelle autenticate e non utilizzate, relativamente alla sezione elettorale n.6. Si sono costituiti in giudizio sia il Comune di Cattolica Eraclea che Borsellino, Francaviglia e Sciortino che hanno sostenuto l’inammissibilità del ricorso. Il ricorso riguardava una scheda “sparita” nel conteggio, ma i controlli effettuati in prefettura ad Agrigento hanno verificato che la scheda in questione, recante il solo timbro della sezione, è stata erroneamente inserita nel plico relativo alle schede autenticate e non utilizzate. Un mero errore materiale che non invalida le operazioni della sezione.
Ricorso rigettato e condanna da parte del Tar Sicilia del ricorrente al pagamento delle spese processuali in 2000 euro a favore del Comune di Cattolica Eraclea e di altri 2000 euro a favore dei controinteressati Borsellino, Francaviglia e Sciortino.

Emanuela Minio – ripost.it

SOSTENITORI

  • emporium
  • al casale
  • argento
  • servii postali
  • cento passi
  • BAR MODERNO
  • pennino
  • BAGLIU
  • sajeva
  • baglio
  • creazioni
  • sapori
  • terra nostra
  • piro

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.